Scritto Luned́ 02 luglio 2001 alle 15:45

PADERNO: GIOVANE DONNA TENTA IL SUICIDIO, SALVATA DA UN AUTOMOBILISTA



La donna, dopo essere stata tratta in salvo, è stata trasportata all'ospedale di Merate

Voleva gettarsi dal ponte di Paderno d'Adda. A salvarle la vita il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, degli uomini del 118 e dei carabinieri di Merate, allertati da un passante che stava attraversando il San Michele con il suo furgoncino.
E' successo nel primo pomeriggio di lunedì 2 luglio, quando non erano ancora passate le 14.
Una donna, una giovane intorno ai venti anni di età, si è incamminata a piedi lungo il ponte, imboccandolo dalla sponda lecchese. Dopo una ventina di metri si è fermata, aggrappandosi al parapetto del San Michele e fissando il fiume Adda che scorre 87 metri sotto. Un automobilista - Luigi Triglia, residente a Merate in viale Cornaggia 8 - che stava passando in quel momento si è insospettito dell'atteggiamento della giovane e ha arrestato il furgoncino su cui viaggiava insieme al figlio e con cui trasportava un piccolo mezzo cingolato. Ha visto quindi la donna tentare di scavalcare le barriere, le uniche protezioni tra il ponte e il vuoto. Immediatamente ha intimato alla ragazza di fermarsi e ha allertato i soccorsi. Da Merate sono subito partiti i mezzi del 118, dei vigili del fuoco e dei carabinieri. Triglia è riuscito ad impedire alla donna di compiere l'insano gesto fino all'arrivo dei soccorritori che l'hanno persuasa a non gettarsi. Dopo pochi minuti la ventenne è stata immobilizzata, tratta in salvo e ricoverata su un mezzo dell'emergenza sanitaria. In ambulanza è stata quindi trasportata la San Leopoldo Mandic. Dalle prime indiscrezioni sembra che soffra di depressione. La sua identità non è stata resa nota, ma sarebbe una operaia che abita nella zona di Treviglio.

I soccorritori

Il traffico sul ponte e sulle strade limitrofe è rimasto bloccato per circa mezz'ora, fino a quando i mezzi di soccorso non sono rientrati nelle loro sedi.
Anche meno di un mese fa si è temuto il peggio, quando un giovane meratese ha lasciato un messaggio in cui manifestava l'intenzione di lanciarci dal ponte di Paderno. Fortunatamente il giovane non ha portato a termine il suo progetto e i soccorritori lo hanno trovato nei boschi vicino alla Diga vecchia dell'Edison, sotto il San Michele. Per lui solo qualche graffio provocato dai rovi.

Triglia mentre parla con i Carabinieri
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco