Scritto Mercoledì 01 febbraio 2012 alle 15:39

Un filo di neve ridisegna ambienti famigliari regalandogli una nuova 'veste'. Carrellata di cartoline dal territorio imbiancato

LECCO
Suggestivo lo scorcio offerto dalla neve che sembra "tuffarsi" nel lago quando tutta la città è immersa in un cielo grigio e "batte i denti" per la temperatura sempre più rigida.

MALGRATE
Immagine "nottambula" di "piste" cittadine mentre ancora la neve cade

Foto inviata da Frances

 

MERATE
A Merate le strade si sono presentate pulite e non si sono segnalati particolari disagi al traffico dovuti ad ingomberi di neve. Qualche pecca la presentavano questa mattina i marciapiedi rimasti ricoperti da un insidioso strato di neve che, al calare delle temperature, potrebbe trasformarsi in pericoloso ghiaccio.


La neve copre ogni rumore e le zone più isolate, come ad esempio i cimiteri, paiono avvolti da una coltre che porta ad averne ancora più rispetto.

La piana di Cernusco, dove scorre la ferrovia e sulla quale si erge il castello, è coperta dal manto bianco e dal silenzio. Il torrente Molgora, che ieri in alcuni punti a sud dove frequenti sono le secche era ghiacciato, oggi nei pressi del ponte di Via Roma, scorreva tranquillo.

SARTIRANA
Si è fatta attendere, la neve, ma ora conferisce a tutto un tocco di magia.... anche alle lucine di un albero di Natale "tardivo".

A sinistra uno scorcio di via Volta. A destra l'albero di Natale



CALCO
A Calco stamattina alle 9.30 la colonnina di mercurio segnava 3 gradi sotto allo zero. Le strade sono pulite, malgrado dei rallentamenti sempre in mattinata sulla SS 36 in direzione Merate. 

La chiesa. Sotto il fosso del Calendone e località Campo

Alle 13 la temperatura è salita a 2 gradi. Non ci sono problemi di viabilità anche se nel primo pomeriggio sulla statale davanti al bar “Dolce idea” una marmitta d’auto “abbandonata” su una corsia ha creato qualche disagio fino a che un automobilista si è fermato e l’ha spostata ai bordi della strada. In località Campo è tutto innevato compreso il fosso del Calendone che però non risulta ghiacciato.


IMBERSAGO
Soggetto che si presta ad uno scatto in ogni stagione, il santuario della Madonna del Bosco con una leggera spolverata di neve risulta, se possibile, ancor più “appetitoso” in ogni suo dettaglio, valorizzato dal “cappotto bianco”.


ROBBIATE – PADERNO
Ecco tre “scatti” anche di Robbiate e Paderno con le strade libere dalla neve e la ferrovia che questa mattina ha assunto un aspetto più “vellutato”.


OLGIATE
Viale Sommi Picenardi, con tutti i suoi “magri” alberi disposti lungo la carreggiata stradale ha il potere di proiettare in un mondo da favola chi si trova a percorrerlo:  d’estate con i giochi di luci e d’ombre creati dal sole, d’autunno con le mille sfumature di giallo assunte dalle foglie ma anche in questi giorni, con un filo di neve a disegnare i profili dei rami.

Viale Sommi Picenardi. Sotto due immagini di San Zeno


VALLETTA
Di solito in Valletta la neve scende più abbondante rispetto agli altri paesi del meratese. Questa volta, invece, almeno al momento, risulta minimo anche lo strato bianco che si è depositato su strade, campi e abitazioni di Rovagnate, Perego e Santa Maria. In quest’ultimo paese, poi, nemmeno il gelo è riuscito a fermare il mercato, vivo e vitale anche questa mattina.

Salendo da Rovagnate a Santa Maria

Santa Maria: la parrocchiale con i banchi del mercato. A destra 'l'alpino'

Perego: località Campo immersa nel grigio

Sara di Rovagnate: tricolore "solitario"

Se desideri inviare anche tu una cartolina con "il tuo scorcio" innevato, scrivi a redazione@merateonline.it


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco