Scritto Luned́ 11 gennaio 2021 alle 13:54

Lomagna: 12.500 € di contributi ordinari alle associazioni. Guidano GSO e oratorio

Iniziative ridotte o annullate, occasioni di socialità sciupate. Nel 2020 del distanziamento interpersonale la vita delle associazioni è stata sconquassata. In molte hanno perso la possibilità di ricavare delle risorse dalle proprie attività per consentire l’autosostentamento. Per questo i contributi da parte del Comune sono più preziosi delle volte passate. A Lomagna, come da abitudine, sono state ripartite le sovvenzioni ordinarie messe a disposizione dall’Ente locale, secondo i criteri stabiliti dallo specifico Regolamento comunale.

Per beneficiare del contributo le associazioni devono depositare il rendiconto economico delle iniziative attuate nell’anno precedente, il programma per l’anno di riferimento, “accompagnato da una relazione illustrativa e da un analitico prospetto dei costi e dei ricavi presunti e con l’indicazione delle disponibilità economiche del soggetto richiedente”. La Giunta deve tenere conto dell’interesse pubblico locale delle azioni generali messe in campo dal sodalizio e il conseguente coinvolgimento della cittadinanza. Deve analizzare la qualità e la quantità dell’offerta sia passata sia in previsione ed eventualmente la sua perdurabilità pluriennale. Infine la complementarietà con i programmi dell’amministrazione comunale. Sebbene da Regolamento la delibera per il riparto dei contributi ordinari andrebbe approvata entro il 31 agosto (con erogazione entro il 31 ottobre), la Giunta Citterio è arrivata in ritardo. Si è riunita a tal scopo il 30 dicembre.

In generale, rispetto ai contributi del 2019, non emergono grosse differenze, salvo qualche singolo caso. A non aver presentato più la domanda sono stati l’ANPI, per il settore Cultura e l’AIDO, per il Sociale.
Sul fronte Ambiente si è candidata l’associazione di Protezione civile che si è assicurata 1.500 euro, in linea con l’anno scorso.

Per l’ambito Cultura, la Giunta ha stabilito di assegnare 1.000 euro all’Associazione Amici della Musica, con un premio di 304 euro rispetto al 2019. In lievissima diminuzione i fondi per il Corpo Musicale Osnago/Lomagna, che si assestano a 1.100 euro e per il Centro culturale La Strada, 1.200 euro.

Nel settore sportivo si sono ripresentati il Gruppo Sportivo Oratorio che riceverà 2.900 euro (- 100 euro sul 2019) e la Bocciofila Lomagnese che si è aggiudicata 1.400 euro (piccolo bonus di 50 euro rispetto al prospetto di un anno fa).

La principale differenza arriva sul campo del Sociale. Qui all’Oratorio San Luigi viene riconosciuto il maggiore aumento rispetto al 2019, con ben 550 euro in più (pari a un terzo), per un totale nel 2020 di 2.200 euro. Mentre sono confermate le vecchie somme per l’associazione Il Germoglio (250 euro), che sostiene le missioni religiose nelle province più povere del mondo, e per l’associazione Pensionati (950 euro). Nella relazione illustrativa del settore Sociale si spiega la decisione di destinare tali cifre “tenuto conto dell'emergenza sanitaria da COVID 19 che ha condizionato tutte le attività e la vita associativa”. Dal momento che solo per l’Oratorio il contributo è aumentato, sembrerebbe che la ragione dell’incremento sia da ricercare nel contesto pandemico.
Complessivamente la Giunta di Lomagna ha destinato come contributi ordinari alle associazioni sopracitate 12.500 euro, 250 euro in più rispetto all’anno precedente.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco