Scritto Marted́ 13 ottobre 2020 alle 15:47

Lomagna: sui ''problemi'' alla mensa risponde l'assessore

Problemi mensa Lomagna

Buongiorno tenendo l'anonimato vorrei portare alla luce che alla scuola elementare di Lomagna ormai da anni ci sono problemi con la mensa dove i bambini spesso e volentieri non mangiano niente e si paga comunque. Posto il problema il problema alle insegnanti loro rispondono che sanno della situazione ma che non possono fare niente. Ma allora un cittadino che paga e ha il figlio a scuola a chi si può rivolgere se la scuola stessa rinnega ogni possibilità di trovare una soluzione? Grazie cordiali saluti
Lettera firmata
L’appalto per il servizio di refezione scolastica è in capo all’Ente comunale, non all’Istituto comprensivo o al plesso. Dunque la segnalazione dovrebbe essere più propriamente rivolta al Protocollo dell’amministrazione locale piuttosto che ai docenti. Esiste inoltre una Commissione Mensa, composta anche da alcuni genitori. I membri negli anni passati svolgevano dei sopralluoghi in mensa per verificare, tra le altre cose, la qualità dei pasti. Per questo 2020/2021 anomalo molto probabilmente questa prerogativa non verrà concessa, in ragione del divieto di accesso agli edifici scolastici da parte di soggetti esterni.
Abbiamo contattato l’assessore delegata all’Istruzione Elena Gandolfi che commenta: “Tutti i menù sono vagliati dall’ATS e seguono il fabbisogno di una dieta equilibrata. Nel caso in questione sembrerebbe essere un fatto soggettivo, c’è da considerare una componente di gusto personale”. L’assessore si riserva tuttavia di andare a fondo sulla vicenda: “Mi piacerebbe che queste riflessioni arrivassero anche all’amministrazione comunale. Cercherò di approfondire. L’anno scorso in Commissione Mensa si è principalmente parlato di questioni logistiche”.
In via straordinaria in quest’anno scolastico il servizio di refezione viene coperto da un doppio turno per garantire il distanziamento sociale. Il Comune ha inserito una nuova figura di educatore per controllare il corretto comportamento degli alunni in mensa. “Il servizio è partito settimana scorsa, diamo tempo. Mi sembra prematuro fare delle valutazioni ora. Andremo a capire con la Commissione le motivazioni. Vedremo come attuare quest’anno i meccanismi di verifica” conclude l’assessore Gandolfi.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco