Scritto Giovedý 28 maggio 2020 alle 14:31

La Valletta: 130 famiglie aiutate dal fondo per l'emergenza Covid. In aula Imu e Tari

Quella di martedì è stata una serata di consigli comunali per La Valletta Brianza e Santa Maria Hoè, i cui membri si sono riuniti via web in diretta streaming. Ad aprire le danze è stata proprio La Valletta Brianza, con il sindaco Roberta Trabucchi collegata dalla sede di Villa Sacro Cuore, affiancata dal segretario comunale, il dottor Esposito. Nonostante le incertezze iniziali sul funzionamento dello streaming - una novità per tutti - la serata è filata liscia e senza intoppi. Dopo la consueta approvazione dei verbali della seduta precedente, datati 25 febbraio, si è passati al rendiconto per la gestione dell'esercizio finanziario 2019. "Voglio ricordare che abbiamo una commissione permanente bilancio, e tutto ciò che vediamo è già stato valutato dal gruppo dedicato" ha esordito il sindaco, presentando subito dopo una situazione florida. "L'avanzo di gestione del 2019 è di 2.185.000€" ha proseguito, spiegando che il rendiconto è ovviamente costituito da più parti ma che ciò che è fondamentale dire è che il comune non si trova in una situazione di deficit e che non esistono debiti fuori bilancio per il 2019. Anche qui, il consiglio ha votato all'unanimità per l'immediata eseguibilità.


Il terzo punto, collegato al precedente, riguardava invece una variazione d'urgenza al bilancio di previsione del 2020. "La normativa prevede in casi di estrema urgenza la facoltà della giunta di procedere con variazioni che andranno ratificate entro 60 giorni". A fine aprile, la Protezione Civile nazionale ha emesso un'ordinanza per la solidarietà alimentare, e al comune di La Valletta Brianza sono stati assegnati circa 25.000€. "Con questi fondi siamo riusciti a raggiungere una prima tranche di 52 famiglie in difficoltà e successivamente altre 30". Un paio di settimane fa, il comune - insieme a Santa Maria Hoè - ha distribuito un'ulteriore cifra a chi ne ha fatto domanda, arrivando così a raggiungere più di 100 nuclei. "Contestualmente è stato istituito il conto corrente dell'Unione, a cui sono state fatte donazioni per 11.300€ e questo ulteriore fondo, sommato a ciò che è rimasto della cifra della Protezione Civile potrà essere redistribuito alla popolazione che ne farà richiesta". Il supermercato MD, inoltre, ha attivato la spesa solidale, e Roberta Trabucchi si è soffermata sulla questione della solidarietà, grazie alla quale sono state raggiunte circa 130 famiglie sul territorio dell'Unione. Anche questo terzo punto ha visto i consiglieri d'accordo all'unanimità. All'ordine del giorno c'erano poi due punti estremamente simili tra loro per contenuto: l'approvazione del nuovo regolamento per l'applicazione di IMU e TARI. Se invece la TASI non è mai stata applicata ai cittadini dell'Unione, con la legge di bilancio 2020 è stata introdotta una nuova IMU, per cui è stato dunque steso un nuovo regolamento, con modifiche minime rispetto al precedente. Ventuno sono gli articoli che compongono questa nuova normativa, e una novità è la riscossione coattiva, effettuata dal comune o affidata a soggetti abilitati o, ancora, al soggetto preposto, dunque Equitalia. "L'articolo 19 riguarda invece il versamento" ha detto il sindaco, spiegando che la giunta, in situazioni particolari, può disporre il differimento del versamento dell'imposta. Una volta approvato nuovo regolamento, l'argomento successivo, la TARI, è filato liscio senza problemi. "Anche qui abbiamo una situazione analoga alla precedente, per cui per la TARI sono stati stabiliti dei nuovi criteri". Entro l'estate, il comune dovrà approvare un nuovo piano tariffario che si distaccherà da quello pensato mesi fa. Come per l'IMU, le modifiche del regolamento riguardano la riscossione coattiva e la rateazione della tassa. Prima di passare al punto successivo, l'approvazione delle aliquote della nuova imposta municipale propria, i consiglieri hanno confermato all'unanimità il punto cinque all'ordine del giorno. Se le aliquote non sono state modificate rispetto a quanto deciso nel bilancio previsionale, la giunta di La Valletta ha deciso di cambiare le scadenze. "La prima rata verrà versata entro il 16 settembre" ha spiegato il sindaco, chiarendo che questa scelta riguarda ovviamente solo la quota comunale e non quella statale, su cui non si può intervenire. Per La Valletta si prevedono entrate peri a 568.000€, previsti già nel bilancio 20-22. Anche qui, il consiglio ha votato all'unanimità. L'ultimo argomento all'ordine del giorno, prima di lasciare il posto al consiglio di Santa Maria, è stata l'approvazione della variazione al bilancio di previsione 2020 ai sensi dell'articolo 175, comma 3 del Testo Unico degli Enti Locali. "Si tratta di fatto della prima variazione significativa come consiglio" ha chiarito Trabucchi, presentando poi alcune cifre. Ci saranno maggiori entrate pari a 605.000 €, in cui rientrano le asfaltature e la manutenzione stradale, l'adeguamento dei parchi gioco del territorio e un avanzo per un intervento della riqualificazione di via Roma. Minori entrate invece per quanto riguarda affissioni, pubblicità, Tosap e il contributo regionale per i servizi educativi per i bambini dagli 0 ai 6 anni. Le maggiori spese riguardano poi alcuni investimenti e gli interventi per gli anziani - 10.000€ per le rette per case di riposo - e l'intervento di adeguamento su Casa Presezzi. In ultimo, minori spese concernenti i servizi scolastici, le elezioni amministrative, di fatto rinviate, per circa 10.000€, e una riduzione sull'ambito delle associazioni, a causa delle numerose attività cancellate dall'emergenza Covid. "La variazione 2020 ha già avuto il parere positivo del revisore dei conti" ha concluso il sindaco, lasciando spazio alla votazione, che anche questa volta ha visto i consiglieri d'accordo all'unanimità.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco