Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 296.847.279
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/04/2019

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Sabato 13 aprile 2019 alle 17:11

Merate: la 2^G incontra l'Adda percorrendo 30 km sull'alzaia

« E stando così fermo, sospeso il fruscio de' piedi nel fogliame, tutto tacendo intorno a lui, cominciò a sentire un rumore, un mormorio, un mormorio d'acqua corrente. Sta in orecchi: n'è certo; esclama: è l'Adda! Fu il ritrovamento d'un amico, d'un fratello, d'un salvatore. »

La classe 2G alla partenza, parcheggio di Via delle Liviere, Paderno d’Adda


Mentre Renzo, protagonista del celebre romanzo I Promessi Sposi, ritrova quasi un fratello, per alcuni alunni della classe 2G dell' Istituto Manzoni di Merate, la gita svoltasi martedì 9 aprile, è stata l'occasione di un primo incontro con l'Adda, fiume così vicino, ma non ancora conosciuto.

 

Verso l’alzaia

 

Accompagnati dai loro insegnanti, in sella alle bici noleggiate tramite la Cooperativa Sociale Castello di Trezzo d'Adda, hanno percorso l'alzaia che da Paderno porta a Crespi d'Adda percorrendo circa 30 km tra andata e ritorno. Spenti i telefonini, zaino in spalla e caschetto ben allacciato, si sono abbandonati alla piacevolezza del pedalare e dell'ammirare il bellissimo paesaggio così vario e ricco di attrattive naturalistiche, storiche e artistiche : la forra D'Adda, il naviglio di Paderno, le centrali Esterle, Bertini e Taccani, senza dimenticare il santuario di Santa Maria della Rocchetta, l'Ecomuseo di Leonardo, il castello visconteo di Trezzo.

Crespi d'Adda dal punto panoramico

Lungo il percorso, alcuni alunni hanno fornito ai compagni informazioni e curiosità come vere e proprie guide turistiche. A Crespi d'Adda, il gruppo è stato atteso e accompagnato alla scoperta del villaggio operaio patrimonio dell'Unesco, dalla guida dell'associazione Crespi cultura. Dopo un rifocillante pranzo al sacco, l'allegra compagnia ha ripreso la via del ritorno con un'ultima sosta allo Stallazzo per un meritato gelato. Una positiva esperienza di turismo scolastico ecosostenibile sicuramente da riproporre!
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco