Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 296.850.473
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/04/2019

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Giovedì 11 aprile 2019 alle 15:39

Lomagna: ufficiale il ricorso al Consiglio di Stato del 'Giunco'

Il Giunco ha fatto ricorso al Consiglio di Stato sulla sentenza del TAR che ha respinto la richiesta di sospensiva da parte della società sportiva stessa e riguardante la delibera comunale di decadimento della convenzione per la gestione del centro sportivo. Il Consiglio di Stato ha tempo dal 18 aprile al 30 maggio per svolgere l'udienza durante la quale potrebbe già essere formulato il verdetto. È quanto è stato comunicato dalla consigliera allo Sport di Lomagna Stefania Casturà nella seduta di mercoledì 10 aprile della Consulta Sport e Tempo libero.
Ha quindi ribadito che fino al pronunciamento l'amministrazione attenderà sul da farsi. Nel caso in cui anche il Consiglio di Stato dovesse rigettare il ricorso del Giunco, l'intenzione della Giunta è di estendere un nuovo bando che preveda la possibilità di partecipazione alla gara pure di società non lomagnesi.

Questa sarebbe la principale distinzione dalla precedente procedura che aveva conferito l'assegnazione all'associazione sportiva di Lomagna guidata da Luciano Pisanelli. I membri della Consulta, essendo anche loro a scadenza del proprio ciclo di attività come gli amministratori, hanno preferito non addentrarsi nello studio di un nuovo bando per offrire degli spunti alla Giunta comunale.
Oggetto principale della riunione di mercoledì sera è stata la preparazione della prossima festa dello sport. Casturà ha spiegato che quest'anno si vorrebbe porre un occhio di attenzione per la disabilità prevedendo delle attività che possano coinvolgere la comunità nella sua interezza.

Un impulso che arriva dal progetto Io tifo positivo che il GSO sta sviluppando in questa stagione sportiva. La consigliera ha sollecitato i componenti della Commissione consultiva ad avanzare proposte in merito.
Nel corso della serata c'è stato spazio anche per una breve polemica sui canestri del campetto del centro sportivo che ogni anno devono essere sostituiti perché vengono puntualmente rotti. La Consulta ha richiesto in polemica maggiori controlli da parte delle forze dell'ordine e della Polizia locale. La consigliera ha assicurato che il nuovo sistema di videosorveglianza consente un ampio raggio di ripresa monitorando nel dettaglio anche quella porzione di area. È stato proposto anche di utilizzare tabelloni in acciaio come nei playground americani in modo da rendere più resistente e duratura la struttura.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco