Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.972.096
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/06/2019

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 21 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 20 µg/mc
Scritto Martedì 12 marzo 2019 alle 22:15

Lomagna: il Consiglio Sovracomunale dei Ragazzi tra ecologia e il gioco "inclusivo"



Si è svolta martedì 12 marzo pomeriggio la prima seduta effettiva del Consiglio Sovracomunale delle Ragazze e dei Ragazzi, dopo il suo insediamento lo scorso 19 dicembre. L'organo degli studenti dell'Istituto Comprensivo di Cernusco Lombardone comprende le quattro scuole elementari di Cernusco Lombardone, Lomagna, Montevecchia e Osnago e la scuola media e coinvolge gli alunni dalla quarta della primaria in su. Luogo non casuale della riunione di oggi, la sala consiliare di Lomagna. Un'idea dell'assessore all'Istruzione di Osnago Felice Rocca come riconoscimento alla vice sindaca di Lomagna Emma Mantovani che, in scadenza di mandato, è pronta a lasciare quei tavoli dopo venti anni passati in amministrazione da consigliera prima e da assessore e vice sindaca poi. Un po' come gli allenatori che fanno uscire dal campo i beniamini dei tifosi a fine carriera qualche minuto prima del fischio finale per far tributare loro un applauso caloroso del pubblico.


Prima a sinistra la vice sindaca di Lomagna Emma Mantovani
«Quella del Consiglio Sovracomunale dei Ragazzi e delle Ragazze è un'esperienza bellissima, particolarmente sentita da me perché sono stata insegnante per 37 anni. Si può dire che il rapporto con i ragazzi è il filo conduttore della mia vita - ha commentato Mantovani nel saluto finale - Ho imparato tanto da loro. Ho visto con quale serietà portano avanti impegno e idee nel Consiglio Sovracomunale. Vi auguro di continuare così in questa esperienza».

La sindaca del CSRR Giorgia Razza
Primo argomento introdotto dalla sindaca Giorgia Razza ha riguardato la marcia della pace. Dopo il successo della prima edizione, gli studenti hanno deciso di riproporlo ogni due anni, come per la Perugia-Assisi. La proposta ha raccolto l'unanimità dei piccoli consiglieri e assessori seduti al tavolo. Oltre obiettivo in continuità con la precedente Giunta è di portare dei giochi inclusivi in un parchetto comunale, in modo da avvicinare con l'attività motoria all'aria aperta i bambini disabili con i compagni normodotati. L'assessore Rocca ha verificato con l'ufficio tecnico un preventivo per un'altalena per disabili. La cifra che servirebbe per l'acquisto sarebbe di 3 mila euro. Una parte del costo potrebbe essere coperto dalle quattro amministrazioni comunali, ma gli alunni si sono dimostrati volenterosi nell'organizzare iniziative di raccolta fondi: mostre, recite e stand con lavoretti realizzati con la scuola potenziata.


L'assessore all'Istruzione di Osnago Felice Rocca e il consigliere Davide Castellazzi
A più breve distanza, l'adesione alla giornata del Verde pulito, che Regione Lombardia promuove per domenica 7 aprile. Una mattinata in cui raccogliere nei sacchi immondizia lasciata per strada da incivili, come momento pratico di educazione al rispetto dell'ambiente e del territorio. L'iniziativa, che era emersa in prima battuta nella Giunta dei Ragazzi, è stata apprezzata e sono state suggerite alcune idee per implementarla. Mischiare i bambini tra i vari Comuni per favorire nuove amicizie, istituire una gara per premiare il gruppo che raccoglie la maggiore quantità di spazzatura. E per il vincitore una coppa ecosostenibile con materiale di recupero. Alla fine un buffet per tutti e le offerte ricavate saranno messe da parte per il gioco inclusivo. Prendendo atto della volontà del CSRR, gli amministratori verificheranno se ci siano le condizioni per aderirvi.





È stata abbozzata anche l'idea di organizzare dei momenti di orientamento per le classi di terza media, in vista della scelta per la scuola superiore. C'è chi ha proposto di intensificare il numero di sedute del Consiglio Sovracomunale per accogliere nuovi stimoli e organizzare più idee. Tra le varie ed eventuali i consiglieri hanno segnalato diverse piccole mancanze delle scuole, per lo più interventi di manutenzione ordinaria: dotare di appendini e sottobanchi le classi, riverniciare le pareti interne, realizzare l'orto scolastico. Gli amministratori locali hanno preso nota fornendo di volta in volta delle motivazioni. La prossima riunione del CSRR sarà a inizio maggio.




M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco