Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 297.371.477
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/04/2019

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Giovedì 31 gennaio 2019 alle 08:51

Nave Diciotti

Egregio Direttore,
in queste ore si parla e si straparla sul caso in oggetto, quindi mi voglio accodare al gruppo ed esternare qualche considerazione:
I componenti del Governo fanno a gara nell’affermare che la decisione fu presa con l’accordo di tutti, sentivo oggi per radio che il Ministro dell’Agricoltura e del Turismo non ricordava dov’era ma comunque non era presente, mi chiedo e Le chiedo quando si prendono queste decisioni, si verbalizza qualcosa? Se la risposta è affermativa basta produrre il documento, se così non fosse la faccenda prende una brutta piega perché Ministri che hanno prestato Giuramento alla Costituzione affermerebbero fatti non veritieri.
Il Ministro degli Interni sig. Matteo SALVINI prima voleva essere processato, ora chiede, per il tramite di un quotidiano nazionale, al Senato di non dare l’autorizzazione e il tutto lo argomenta con questioni di sicurezza, per non far arricchire gli scafisti che con i proventi comprano armi, droga ed altro ancora.
Tralascio la posizione dei migranti e mi soffermo sulla Nave DICIOTTI (della Capitaneria di Porto ITALIANA) e il suo equipaggio. Di fatto l’unità navale e tutti i suoi uomini sono stati distolti dal lavoro che normalmente svolgono ovvero la SICUREZZA, a tutto tondo, in mare. Ho la sensazioni che si stanno verificando diverse invasioni di campo (ministeriali) e il tutto a scapito della credibilità dello Stato anche a livello Internazionale.
Si dice di lasciarli lavorare, Le chiedo un loro eventuale fallimento non andrà ad aggravare la situazione di noi tutti ??? Cordialissimi saluti marinareschi
Nicola Chieppa
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco