Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.911.565
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/06/2019

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 21 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 20 µg/mc
Scritto Martedì 08 gennaio 2019 alle 17:39

Lomagna: da Haiti Sr. Luisa racconta la vita del villaggio

E' nell'ultimo giorno di festa che da Port au Prince, capitale di Haiti, suor Luisa Dell'Orto trova il tempo per augurare agli amici italiani un nuovo anno di speranza. Nella missione e nella scuola colpite il 12 gennaio 2010 dal terremoto, per fortuna senza vittime e con danni che sono stati riparati, suor Luisa e le altre Sorelle di Charles De Foucald accolgono ogni giorno 280 bambini e adolescenti. "

La situazione nel Paese non è ancora tranquilla e, prima di Natale, minacce e attacchi a istituzioni e persone a noi vicine, hanno fatto vivere la festa con un fondo apprensione e riserva – scrive la religiosa - i disordini sono continuati, anche se meno intensi, ma sempre con la perdita di vite umane. In queste condizioni non è facile "vedere" il Signore, ci si chiede come e dove scorgerlo? C'è bisogno delle fede di Maria e Giuseppe, la fede dei Magi che li ha messi in movimento ancora prima di vedere....fede in Dio, fede nell'uomo". Anni difficile gli ultimi per Haiti.

Dopo il terribile terremoto del 12 gennaio 2010, nell'estate 2013 il Paese era stata colpito dal tifone Isaac. Centinaia i morti. Migliaia i senzatetto. un Paese peraltro, dove la vita è estremamente dura, al limite della sopravvivenza. Cionostante suor Luisa e le Sorelle di Charles De Foucald continuano la loro opera. "Con i ragazzi del Centro - scrive ancora suor Luisa - a Natale e Capodanno cerchiamo di costruire momenti che ci consentano di vivere un po' di gioia e serenità. Grazie a voi che ci date la possibilità di fare tutto questo".

Ad aiutare la missionaria sono in particolare le sorelle, Maria Adele e Carmen, le nipoti e l'associazione il Germoglio. Oltre alla scuola, negli anni seguiti al terremoto le missionarie hanno sostenuto le famiglie che volevano costruire più sicure, nonchè creato un centro per accogliere adolescenti in difficoltà.

Sergio Perego
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco