Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.912.760
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Sabato 08 dicembre 2018 alle 13:18

Merate: il centrosinistra a rischio spaccatura sulla scelta del candidato sindaco. La storia del 2009 si ripete tra Castelli e Del Boca

Ciò che si lascia intravvedere è tutto sommato un quadro semplice e prevedibile: come nel 2014, pur tra spintoni e mal di pancia, il centrosinistra meratese cercherà di presentarsi unito alle elezioni. Battista Albani, l'anima più moderata e democristiana dello schieramento, Marco Molgora, guida spirituale della componente di sinistra e Gino Del Boca, segretario del PD sanno che un accordo alla fine va trovato. Se davvero vogliono correre con qualche possibilità di vittoria contro un centrodestra a trazione leghista, oggi, decisamente avanti in tutti i sondaggi. Oggi!

Dunque riunite le anime ora si tratta di scegliere il leader. E qui non tutto sembra filare liscio. L'area giovanile del PD, si dice su proposta di un iscritto al partito, vuole Gino Del Boca alla testa della coalizione. L'area più avanti negli anni - sicuramente dotata di maggiore esperienza - punta su Aldo Castelli. Ci sarebbe un terzo personaggio, l'unico forse in grado di chiudere la partita con soddisfazione generale, Roberto Perego. Ma l'Avvocato di Sartirana non ci sente. E' pronto a dare una mano ma non tutto il resto. Peccato perché oggi Perego ha tutti i requisiti che servono a impattare l'elettorato: ha 40 anni, un'esperienza di consigliere maturata a villa Confalonieri tra il 2004 e il 2009, una preparazione generale importante, la giusta temperanza gradita alla media della popolazione e una grande attenzione per i temi ambientalistici, avendo, tra l'altro, presieduto per 5 anni il Consiglio di gestione della riserva lago di Sartirana.  Posta così la questione - e salvo mai impossibili colpi di scena - la partita dunque si gioca tra Castelli e Del Boca. Ma, con tutta la stima che nutriamo per il giovane segretario del PD, davvero qualcuno pensa che abbia una logica, seppure vaga,  candidare alla carica di sindaco della seconda città della provincia una persona che raramente ha partecipato tra il pubblico a sedute di Consiglio comunale? Che mai ha fatto la necessaria gavetta per comprendere dall'interno il funzionamento della macchina comunale sia amministrativa sia politica? Non si vorrà davvero, davanti ad una prospettiva unitaria, far prevalere ancora una volta - e basta per favore...! - la logica di partito, soprattutto ora che il Partito Democratico è a pezzi e veleggia sotto il 18%? Meglio, molto meglio, la candidatura di Castelli che in Aula ha passato almeno 25 anni, è stato vice sindaco e, per quanto spesso abbiamo idee diverse - ma questo è irrilevante - ha dalla sua una indubbia esperienza e il carisma necessario per gestire le risorse umane comunali e coordinare quelle politiche. Del Boca, che il centrosinistra vinca o perda, potrà maturare l'esperienza indispensabile a rivestire nella prossima consigliatura cariche di rilievo. A 25 anni si è sui nastri di partenza. Pretendere di essere già al primo traguardo è un po' troppo. Anche per un giovane preparato e dal cognome indubbiamente pesante. A dieci anni di distanza il centrosinistra rischia di ripetere l'errore del 2009 con Albani che si ricandidava contro Aldo castelli perché le due formazioni non aveva trovato un accordo proprio sulla candidatura a sindaco. E così, imprevedibilmente,  vinse il leghista Andrea Ambrogio Robbiani.
Claudio Brambilla
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco