Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.995.921
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Mercoledì 21 novembre 2018 alle 20:35

Merate: in Commissione campo di calcio nel 2019, 450mila € e via Verdi, 2.5 milioni. Il dibattito ''rinviato'' al C.C. di lunedì

Andrea Robbiani
Una seduta a dir poco surreale quella della Commissione Bilancio di Merate tenutasi - si fa per dire - mercoledì poco dopo le 18,30. All'ordine del giorno la variazione di bilancio più corposa perché frutto della circolare della Ragioneria generale dello Stato con la quale, recependo due sentenze della Corte Costituzionale, ha reso utilizzabile l'avanzo di amministrazione. Al netto di quanto già impiegato la cifra in gioco è di 670mila euro. Il Sindaco, nella sua veste di assessore al bilancio, ha dato lettura di tutte le variazioni in più e in meno di entrate e uscite senza peraltro mettere a disposizione il materiale alla stampa per poter seguire i lavori. Con un evidente nervosismo ha elencato maggiori e minori entrate/uscite buttando lì, con noncuranza tra un 10mila euro in più e un 8mila euro in meno i 450mila euro per il campo di calcio. Terminata l'elencazione la parola è passata ai commissari. Per primo ha parlato Massimo Panzeri, capogruppo della Lega che ha posto due domande fondamentali ai fini della migliore conoscenza delle variazioni: 1) perché sono aumentate da 95 a 105mila le spese per la pulizia degli edifici comunali; 2) perché 10mila euro in meno per la pubblica illuminazione. Dopodichè è passato al tema centrale: il campo di calcio. Come se nulla sapesse ha chiesto se l'investimento riguarderà il campo da gioco, gli spogliatoi, l'illuminazione o che cosa altro. Massironi ha risposto che si tratta del campo di allenamento, circostanza ormai stranota a tutti ma, evidentemente non al capogruppo leghista. Soddisfatta la curiosità Panzeri è passato a via Verdi il cui progetto, ancora da definire, è passato da un costo di 980mila euro a 2.480.000 euro. L'utilizzo dell'avanzo può avvenire soltanto dopo l'approvazione del consuntivo. Per cui nel preventivo 2019 è stata inserita ancora l'alienazione di Cascina Galli per 980mila euro più 500mila euro per il 2019, 530mila euro per il 2020 e 530mila euro per il 2021, tutti fondi propri, cioè mezzi del bilancio. Quando sarà possibile utilizzare l'avanzo accumulato negli anni - circa 6milioni di euro - si provvederà a redigere un nuovo preventivo 2019 stornando le voci a partire dalla vendita di Cascina Galli che ora parrebbe non servire più.

Valeria Marinari ha lamentato la mancanza di progetti pronti nei cassetti ritenendo non certo prioritario il campo di allenamento dell'ACD Merate-Cernusco. Massironi ha risposto che per avere progetti pronti è necessario anche il relativo finanziamento e che, con la condizione di penuria del personale l'ufficio tecnico non è in grado di redigere progetti in tempi brevi. Quello del campo viene fornito direttamente dal gestore, cioè l'ACD Merate-Cernusco. Al flebile rilievo dell'esponente di Sei Merate ha fatto seguito un silenzio imbarazzante. Tutti gli occhi erano puntati sul capogruppo leghista che però è rimasto a testa bassa senza aprire bocca. Ha tentato il consigliere Andrea Robbiani di porre due domande ma il Sindaco glielo ha impedito affermando che non può parlare chi non fa parte della Commissione. Robbiani ha replicato che mai si era impedito ad un consigliere di prendere la parola, al di là del regolamento. Il diverbio ha visto ancora una volta il capogruppo della Lega restare in silenzio senza nemmeno tentare una difesa d'ufficio del collega.

Appuntamento a lunedì 26 novembre alle 20,30 per la seduta di Consiglio comunale. Almeno lì si chiariranno le posizioni dei vari gruppi. E anche dei singoli consiglieri.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco