Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 283.209.390
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/11/2018

Merate: 14 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 17 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc
Scritto Giovedì 08 novembre 2018 alle 17:31

S.Maria, sicurezza sulle strade: Brambilla soddisfatto dell'incontro con la Provincia

L’incidente stradale di questa mattina, con una Fiat Punto color amaranto uscita di strada all’altezza della curva posta all’intersezione con via Leopardi, ha riacceso i riflettori sul tema della sicurezza lungo via Papa Giovanni XXIII a Santa Maria Hoè. Alle 12.30 il sindaco Efrem Brambilla è “salito” in Provincia per un incontro con l’ingegner Angelo Valsecchi e il consigliere delegato alla viabilità Gianpiero Tentori. Con lui la signora Cristina in rappresentanza del Gruppo spontaneo di genitori che, nei mesi scorsi, supportato da una raccolta firme, aveva inviato a Villa Locatelli una serie di suggerimenti per rendere meno pericolosa l’arteria di competenza sovracomunale nonché il signor Oliviero, residente ad Alduno e dunque portavoce dei residenti della frazione “affacciata” sulla Como-Bergamo, altra arteria provinciale sulla quale si chiedono interventi per rallentare il traffico.

La velocità è infatti il primo problema rilevato dai cittadini e dall’amministrazione santamarinese, con il borgomastro che già lo scorso anno aveva suggerito l’installazione di alcuni autovelox quale deterrente. Anche quest’oggi il responsabile dell’Ufficio viabilità e il consigliere delegato hanno bocciato tale proposta. “Esaminate le semplici soluzioni proposte dal comitato, hanno invece dato il via libera, informale, alla posa di cartelli creati appositamente per invitare gli automobilisti ad andare piano” ha riferito Brambilla, aggiungendo come invece non sarà possibile colorare il fondo delle strisce pedonali con tinte tali da renderle più visibili. Da valutare, poi, la realizzazione di eventuali disegni sull’asfalto, anche qualora riproducano i segnali stradali.



“Come Comune siamo disponibili a pagare la creazione di isole per l’attraversamento e dunque dei così detti salvagente. Abbiamo chiesto però che la Provincia si faccia carico della progettazione, come già fatto in altre situazioni. Su questo punto siamo ottimisti perché ci è stato garantito che, chiedendo anche al nuovo presidente Claudio Usuelli, verrà valutato. Per quanto riguarda Alduno per la prima volta si sono aperte possibilità per quanto riguarda la rotonda, a condizione che venga sottoposto un progetto in linea con le aspettative dei tecnici provinciali. Sono molto soddisfatto perché credo siano state gettate le basi per ragionare in maniera propositiva e dunque si sia arrivati ad un punto di partenza condiviso da cui partire” ha chiosato il sindaco.

Articoli correlati
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco