Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.905.684
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/06/2019

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 21 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 20 µg/mc
Scritto Martedì 23 ottobre 2018 alle 11:55

Retesalute, Molgora: sui dati economici la maggioranza dei Sindaci ha posto domande legittime. L’ASP però non si tocca

Marco Molgora
Caro Direttore,

consentimi di usare il Tu, per rispondere alla Tua richiesta di intervenire in merito al tema Rete Salute, per evitare una risposta puramente formale e per entrare nel merito della questione.

Come ben sai a Osnago non ricopro ruoli istituzionali e, fedele al principio “ubi maior minor cessat”, lascio che a esprimere le posizioni dell’Amministrazione comunale sia direttamente il Sindaco Paolo Brivio, mentre posso esprimere liberamente il mio parere come esponente politico del Territorio.

Confesso di non avere tutti gli elementi necessari per esprimere un giudizio fondato sul tema, che non ho seguito in questi ultimi anni.

Non voglio però sottrarmi alla valutazione politica relativa alla questione esprimendo i concetti chiave che ritengo siano fondamentali per garantire i servizi socio assistenziali al nostro territorio.
  • conferma, senza se e senza ma, della scelta dell’azienda speciale partecipata dai Comuni e che risponda direttamente alle istituzioni del territorio;
  • nessuna apertura rispetto a opzioni diverse, privatizzazione o compartecipazione pubblico-privato che sia;
  • ampliamento della compagine societaria per rafforzare la struttura e superare la fragilità evidenziata in questi anni;

Detto questo, peraltro assolutamente condiviso da Progetto Osnago, veniamo alla contingenza.

Le richieste di chiarimento avanzate dalla maggioranza dei soci dell’Azienda sono così campate per aria?

I dati economici sono effettivamente verificati e fondati?

Abbiamo elementi certi del fabbisogno di servizi del Caratese?

La pianta organica deve obbligatoriamente essere ampliata subito e la ricapitalizzazione deve obbligatoriamente essere dell’entità proposta?

Se ci pensiamo sono domande naturali, domande che in qualsiasi azienda ci si pone in modo automatico quando viene proposta una modifica così importante e strategica, soprattutto quando in gioco ci sono i servizi ai cittadini e i soldi pubblici.

Come detto precedentemente non sono in possesso di tutti gli elementi per queste valutazioni e credo non lo siano neppure molti di quelli che hanno preso posizione con la logica del derby, con il solito trito e ritrito meccanismo di Merate contro Lecco.

Caro Direttore io non seguo questa logica, non la seguo perché penso che la politica, soprattutto quella istituzionale, dovrebbe uscire da questo schema e dovrebbe costruire accordi e percorsi condivisi, anche se siamo in tempi di verità assolute continuo a pensare che la politica richieda capacità di mediazione e di accordo e non di esposizione continua di attributi.

Quindi la sola modalità possibile per fare gli interessi del Territorio è costituita dalla costruzione di una road-map condivisa che fissi una serie di passaggi e vincoli temporali che garantiscano la possibilità di non perdere nessuno dei Comuni attualmente coinvolti in Rete Salute, dalla esplicitazione tutti i chiarimenti necessari per superare i dubbi esistenti, così da rilanciare in modo convinto e irreversibile l’azione dell’Azienda.

Spero di aver risposto adeguatamente alla Tua richiesta di presa di posizione e spero che Tu e i lettori abbiate chiaro che essere in disaccordo con Merate non significa per forza essere servi del PD o di Lecco, che non mi risulta siano intervenuti in questo caso.

Nel salutarti cordialmente voglio ricordare che il PD non è mai stato e non è il mio partito e che nei miei confronti non esprime certo amorosi sensi, di rito lecchese o meratese che sia.
Marco Molgora
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco