Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 285.372.532
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/11/2018

Merate: 33 µg/mc
Lecco: v. Amendola: ND µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Venerdì 06 luglio 2018 alle 19:03

Sul caso Scopel, si finisce in tribunale per una causa persa in partenza

Come volevasi dimostrare questa amministrazione colpisce sempre i soggetti deboli ma poi si riempie la bocca di paroloni e di slogan che non si traducono in fatti concreti. Ho avuto modo di conoscere Scopel e di parlare con lui di questa vicenda ed ero sbigottito dal fatto che non si riuscisse ad aiutare una persona che ha speso una vita per il sociale, quello vero quello concreto.

Ora ci risiamo, si finisce in tribunale a spendere soldi per una causa già persa in partenza. Ci sono già altre sentenze a riguardo che non danno "speranze" all'amministrazione. Non è possibile essere cosi miopi da non vedere quello che accade intorno a noi ma preoccuparsi solo di situazioni lontane. Perché non hanno applicato semplicemente la legge? Invece che offrire un'elemosina, tra l'altro con modalità discutibili, non era forse meglio visto che non sono stati capaci di gestire la cosa pagare un consulente o un professionista per aiutarli a risolvere il problema piuttosto che pagare un avvocato per farsi difendere in tribunale?? È passato un anno dalla richiesta fatta perché si è giunti a tanto.
È arrivato il momento di mettere i puntini sulle "i", basta con i paroloni "sociale, assistenza" e poi si demanda tutto a fantomatiche associazioni e cooperative. È ora di fare i fatti! Non si può pensare solo alle opere propagandistiche come la piazza monumentale. È un dovere di un'amministrazione usare BENE i fondi per le VERE necessità dei cittadini. Bisogna investire in istruzione, sport, urbanistica, ambiente e politiche sociali ascoltando la gente da vicino: per strada, nella scuola, nei negozi, chi amministra deve essere vicino ai cittadini non ai partiti. Costantino Scopel ha tutta la solidarietà mia e del mio gruppo IFNC pronto a sostenere la sua causa e quella di tutti gli altri.
Gennaro Toto Capogruppo IFNC
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco