Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 266.559.115
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 29/04/2018

Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 17 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Mercoledì 16 maggio 2018 alle 09:32

Verderio: per l’AIDO la sezione provinciale sta valutando di commissariare il direttivo

Gli organi superiori stanno iniziando a mettere alle strette il gruppo AIDO ''Fiore Milone'' di Verderio, che da mesi sta affrontando una vera e propria crisi in termini di organizzazione e coinvolgimento dei propri iscritti. Sulla sezione verderese, secondo quanto ha spiegato il presidente Carlo Casari, è incominciato addirittura ad aleggiare l'ombra del commissariamento. Sempre meglio della chiusura definitiva che era stata prospettata alla fine dello scorso febbraio, ma non di certo quanto lo sarebbe il ritorno ad una gestione propositiva e determinata, capace di coinvolgere iscritti e organizzare manifestazioni sul territorio.

Una riunione dell’AIDO ''Fiore Milone'' di Verderio


Lunedì sera, 14 maggio, dalla riunione del consiglio provinciale del lecchese è comunque arrivata una nota positiva: l'organo sosterrà il gruppo ''Fiore Milone'' e farà in modo che il commissariamento sia scongiurato. ''Al consiglio provinciale hanno partecipato due nostri consiglieri - ha commentato il presidente Casari - Si è parlato del gruppo verderese ed è stato confermato che in questa fase il provinciale ci fornirà supporto in questa fase complicata. Ancora dobbiamo ritrovarci a tavolino e decidere che cosa fare nel concreto, ma probabilmente ci aiuteranno ad andare verso l'elezione di un nuovo direttivo''. Casari ha ribadito anche questa volta che il problema principale dell'AIDO di Verderio è la manifestazione di una certa difficoltà da parte dei consiglieri in carica nel proporre e supportare iniziative dovuta principalmente alla scarsa partecipazione che hanno avuto le ultime manifestazioni organizzate. ''La criticità parte da questo, ma abbiamo anche consiglieri che per problemi famigliari non possono più occuparsi dell'AIDO - ha proseguito Casari - Ripeto, la notizia del supporto da parte dell'organo provinciale è ancora fresca e dobbiamo ritrovarci per capire che cosa fare. Al momento, tra l'altro, la programmazione delle iniziative AIDO è ferma e non è previsto nulla per il 2018, ma probabilmente lavoreremo ad un paio di eventi. Cercheremo soprattutto di evitare il commissariamento, che non è un'ipotesi da esculdersi''. La prima manifestazione a saltare quest'anno sarò la ''CorrAido'', che lo scorso anno si era svolta a maggio.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco