Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 288.144.869
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/01/2019

Merate: 81 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 69 µg/mc
Lecco: v. Sora: 54 µg/mc
Valmadrera: 75 µg/mc
Scritto Lunedì 22 gennaio 2018 alle 21:22

Krassowski si candida per il Senato con ''Potere al popolo''

Salvatore Krassowski
Si candida alle prossime elezioni del 4 marzo per il Senato il consigliere Salvatore Krassowski nel collegio uninominale di Lecco. Conferma le indiscrezioni il capogruppo di Cernusco Lombardone Bene Comune, che ha scelto il partito "Potere al popolo". Il simbolo è stato depositato due giorni fa dopo una corsa per la raccolta firme. Rappresenta la sinistra-sinistra con i reduci di Rifondazione Comunista, l'appoggio del sindacato Cobas e dei centri sociali. «Il percorso è nato a novembre, da un movimento dal basso e vuole portare le istanze di chi ha condiviso un cammino in numerose assemblee. La mia candidatura - ha motivato il consigliere - nasce dalle indicazioni emerse da queste riunioni sul territorio. Metto a disposizione di Potere Al Popolo la mia passione e le mie competenze perché non ho smesso di credere che sia ancora possibile cambiare "lo stato di cose presenti"». Si tratta del secondo tentativo di correre per il Senato per Krassowski. Il primo risale alle elezioni politiche dell'aprile 2006 con Rifondazione Comunista. L'azione politica più urgente per l'amministratore di Cernusco è quella legata ai beni comuni, in coerenza con le battaglie che persegue da anni. Nel lecchese è tra i membri dei comitati "Acqua Bene Comune" e "Coordinamento Rifiuti Zero", che si spendono perché la gestione dei servizi fondamentali restino gestiti dal pubblico garantendo costi bassi ai cittadini.

Nato a Caltagirone, in provincia di Catania, nel 1954, si è trasferito a Cernusco nel 1977. Laureato in Giurisprudenza alla Statale di Milano, ha svolto per diverso tempo la professione di giurista d'impresa e attualmente collabora con uno studio legale e tributario. È amministratore di una società di servizi per le imprese. È stato assessore al Bilancio a Cernusco dal 2001 fino alla rottura con la maggioranza nel 2015. Da allora siede ai banchi dell'opposizione. Terzo nella lista "La nostra provincia" per l'elezione del Consiglio provinciale del 2017 non è stato eletto. I candidati saranno ufficializzati sabato prossimo, 27 gennaio, a Lecco. Da quanto ci è stato possibile capire, in lista con Salvatore Krassowski, per il proporzionale, ci saranno Felice Airoldi, Elisabetta Della Pedrina, Latt Yedmel e Rosa Valantinuz. Per quanto riguarda la Camera dei Deputati, per il Collegio uninominale di Merate si fa il nome del consigliere di minoranza di Calco Giancarlo Sala. Sulla possibilità di convergere con Liberi e Uguali guidato da Pietro Grasso, Krassowski ha commentato: «Il processo di unificazione della sinistra è fallito a giugno al Teatro Brancaccio di Roma, dove non si sono trovati dei punti comuni. Noi siamo per l'Europa dei popoli e non della finanza. Mi spenderò per l'abrogazione del decreto Lorenzin. Credo nella libertà di scelta vaccinale».
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco