Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.452.761
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Giovedì 21 dicembre 2017 alle 09:33

Scontro Sindaco-Robbiani su Villa Confalonieri e il parco

Due delle rimanenti tre mozioni leghiste sono state illustrate dal capogruppo Massimo Panzeri che ha esordito dicendo... facciamo prendere un po' di fiato a Robbiani. Al centro dei due documenti la villa Confalonieri (CLICCA QUI)  e il suo parco (CLICCA QUI). Nel DUP non si trova nulla riguardo il complesso ex sede municipale come già aveva fatto rilevare in precedenti interventi Valeria Marinari cui Panzeri si è rifatto.

Andrea Robbiani


Alfredo Casaletto ha ripetuto il ritornello della mancanza di fondi sostenendo che anche la prossima amministrazione metterà nel proprio programma e poi nel DUP interventi sulla villa che mai riuscirà a fare per mancanza di risorse. Marinari ha nuovamente chiesto un minimo di ricognizione per la messa in sicurezza dato che oggi il piano terra è utilizzato per manifestazioni culturali per cui qualcosa si fa quindi in bilancio qualche stanziamento poteva essere inserito. Sellitto si è smarcato dal tema virando dal faremmo al farò. "Se mi ricandidassi farò un programma di due soli punti, uno l'ordinaria gestione che sono sicuro di rispettare e un secondo che realizzerò per certo nel quinquennio". Poi, al solito, il dibattito ha percorso a ritroso la storia come sempre succede quando un pezzo di maggioranza ora siede all'opposizione. Soprattutto se in quel pezzo c'è l'ex sindaco. "Sì - ha confermato Robbiani rispondendo alle battute sul non fatto nella passata legislatura - pensavamo a un polo fisico e astrofisico tra la Villa e l'ex Oratorio per sfruttare quel patrimonio poco noto ai meratesi che è l'osservatorio astronomico. Abbiamo cercato fondi regionali ma nel frattempo abbiamo chiuso i cantieri e avviato opere importanti inaugurate in questa consigliatura come il CDD e il centro natatorio. A voi chiedo: avete almeno un'idea circa la destinazione della Villa? Non mi pare dato che Sellitto esclude il concorso di idee proprio perché non c'è l'idea base da consegnare ai professionisti".

Andrea Massironi


Come già la scorsa volta di parola in parola si è arrivati ad uno scontro molto duro tra Robbiani e Massironi con scambi di accuse reciproche (Massironi, ho sofferto in quegli anni come assessore al bilancio e Robbiani, l'avessi saputo l'avrei cacciata dalla Giunta). Normale dialettica tra soggetti vivaci e sanguigni. Il Sindaco però ha voluto precisare che il parco non è abbandonato, anzi si effettuano almeno dodici tagli di erba l'anno più la manutenzione del verde verticale. E anche la villa non è chiusa, è stato sistemato il riscaldamento e tuttora ospita molte manifestazioni nel corso dell'anno. Anche su queste due interrogazioni le opposizioni hanno votato compatte a favore.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco