Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 241.767.943
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del01/10/2017

Merate: 37 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 34 µg/mc
Lecco: v. Sora: 34 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Mercoledì 11 ottobre 2017 alle 10:52

L’Emilia Romagna ha chiesto la medesima autonomia con una R.R.R. La Lombardia spende 50 milioni di €. Questa volta resto a casa, non voto

Questa volta NO!!!

Gentile Direttore. Ho un importante numero di primavere sulle spalle, votai la prima volta il 20 giugno 1976, avevo 18 anni e 7 giorni; da allora non persi un elezione: politiche, europee, amministrative, referendum, provinciali, ora soppresse.

Consideravo un atto di responsabilità oltre che un diritto, esprimere su una scheda le mie posizioni politiche, scegliere ciò che ritenevo giusto per me e per gli altri. Il 22 ottobre resterò a casa in compagnia di un buon libro, con un disco Jazz in sottofondo, sceglierò di non legittimare l'assurda e megalomane iniziativa referendaria delle destre, e ahimè di alcuni esponenti piddini tra cui il Sindaco Sala, che delusione, sembrava una persona seria.

La Giunta regionale in maggioranza, con il supporto dei ragazzotti 5 stelle, ha deciso di bruciare 50000000,00 (cinquanta milioni di euro) per poter chiedere al governo di discutere su una maggiore autonomia, ATTENZIONE non ottenere ma valutare la possibilità di attuare, tale possibilità è già prevista dalla Costituzione.

La Regione Emilia Romagna ha chiesto al Governo esattamente la stessa cosa, immagino con R.R.R . spendendo soldi per i francobolli , sarà il retroterra comunista?

Patetica la difesa d'ufficio da capo-leghisti meratesi, solitamente impegnato a organizzare disertati presidi su questioni condominiali, ha inventato improbabili proposte di accorpamento con consultazioni elettorali il 22 ottobre, quali? politiche? Amministrative?

Condominiali a Robbiate? Inarrivabile, poi il toccasana della autonomia per realizzare ciò che la attuale Giunta non è stata in grado di portare a compimento in questo mandato.

Siamo seri! La gestione Maroni è una catastrofe per noi lombardi; non è stato nemmeno in grado di capire gli strani movimenti del suo assessore alla sanità e amico fraterno, denunciato, non ricordo se arrestato per corruzione. Ha tagliato i fondi ai malati con gravi patologie, imponendo alle famiglie interessate esborsi da capogiro, regalando 500000,00 (cinquecentomila euro) per finanziare i campionati di Golf a Monza. Ha dimostrato una totale inettitudine persino nella gestione di Trenord.

Concordo e sottoscrivo gli ottimi interventi pubblicati in questi giorni su Merate online in merito a codeste questioni, non voglio rischiare di ripetere le lucide analisi sul tema.

Credo che i militanti (in buona fede) leghisti con familiari bisognosi di cure, debbano valutare se è più importante buttare cinquanta milioni per foraggiare la megalomania di Maroni Zaia e Salvini o ricevere i contributi che spettano loro. La copertura xenofoba e odio razziale non è sufficiente ad acclarare la totale incapacità a governare di questi loschi figuri.

Mi permetta di appellarmi al buon senso dei lettori, chiedendo Loro di trascorrere domenica 22 ottobre a casa con un buon libro, fare cose belle, ma rimanere lontani dai seggi elettorali.

Grazie

Fulvio Magni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco