Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 245.870.845
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/11/2017

Merate: ND µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Domenica 16 luglio 2017 alle 18:08

Montevecchia: in processione la Madonna del Carmelo."Dio conosce solo uomini in cammino"

Nella sesta domenica dopo pentecoste, i parrocchiani di Montevecchia hanno festeggiato la Madonna del Carmelo a cui sono devoti. Alle ore 10.00 è partita la processione con la statua della Vergine che ha attraversato la parte alta della collina del santuario. La celebrazione è proseguita con la santa messa.
Durante l’omelia don Enrico l’ha ricordata con queste parole: «oggi vogliamo guardare e pregare la Madonna che dall’alto del santuario veglia e orienta il cammino della nostra comunità. Vogliamo andare alla scuola di Maria. La Madonna ci insegna a pregare, un gesto che trasforma la vita: uno diventa ciò che prega. Significa cercare uno squarcio azzurro di cielo per leggere l’esistenza con occhi nuovi. La Madonna ci dice che pregare è stupirci di Dio».

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Ha poi commentato un passo del vangelo secondo Luca riguardante le beatitudini, la felicità che appartiene ai poveri. «È Gesù a dire l’indicibile: “Felici i poveri”, ad annunciare l’opposto della nostra Storia. Dio scommette su coloro sui quali la Storia non scommette». La povertà è la cifra dell’uomo chi si manifesta come segnale estremo con la morte.

L’uomo non può bastare a se stesso – ha sottolineato il parroco – ma può cercare la gioia fuori da sé. «La parola “povero” contiene ogni uomo. La felicità viene dai volti, dagli altri, dalla loro riserva di amore, di premure, di sorrisi e di abbracci. Sono loro a farci vivere». La felicità non può essere intesa come possesso e accumulo di ricchezza, ma come condivisione. Quest’ultima è la strada che ciascuno deve percorrere perché «il futuro non si attende, si genera. È necessario metterci in cammino insieme ai poveri, insieme a quelli che hanno fame. Dio conosce solo uomini in cammino».

Con la fine dell’oratorio estivo, da settimana prossima riprenderà regolarmente il calendario delle messe feriali.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco