Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 245.637.992
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 27/10/2017

Merate: 64 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 48 µg/mc
Lecco: v. Sora: 57 µg/mc
Valmadrera: 42 µg/mc
Scritto Sabato 15 luglio 2017 alle 14:35

L'inceneritore di Silea brucia anche le ''Ecoballe'' della Campania?

Barbara Nasatti
Leggiamo sulla stampa nazionale, da due giorni a questa parte, che nell'inchiesta della DDA di Brescia relativa al trattamento illecito di rifiuti (le c.d. "ecoballe" che partivano dalla Campania per giungere in Lombardia), che ha portato altresì a due arresti - tra cui un imprenditore di Abbadia Lariana - e numerosi indagati, sarebbe coinvolta, insieme alla multiutility lombarda "A2A" e ad altre società, anche Silea Spa.
Dalle colonne de "Il Fatto Quotidiano" di ieri, infatti, si legge che "centomila tonnellate di rifiuti dell'emergenza Campania sarebbero state smaltite illecitamente negli inceneritori e nelle discariche del Nord. Ecoballe napoletane, ma anche rifiuti urbani di Roma e Salerno, che finivano negli impianti di incenerimento di A2A a Brescia, Lomellina Energia a Pavia, Silea a Lecco...".
In attesa che l'inchiesta giunga a termine, riteniamo che i cittadini abbiano il diritto di sapere cosa brucia nel forno inceneritore di Valmadrera.

https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/rifiuti-di-napoli-e-roma-smaltiti-illegalmente-nel-bresciano/
Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero - La Presidente Barbara Nasatti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco