Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 226.189.625
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/05/2017

Merate: 11 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 8 µg/mc
Lecco: v. Sora: 4 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Giovedì 18 maggio 2017 alle 18:11

Retesalute: diminuiscono gli utenti del SAD anziani mentre aumentano quelli disabili. Nel 2016 erogate 20mila ore di assistenza

In due anni il numero di utenti del SAD anziani (Servizio di Assistenza Domiciliare) è diminuito passando da 200 a 165 mentre sono aumentati i disabili assistiti, cresciuti da 28 a 37. Complessivamente dunque l'utenza è calata da 228 a 202.

Parallelamente sono calate anche le ore: per il SAD anziani si è registrato un -6%, passando da 17mila ca. a 16mila ca. Per il SAD disabili l'aumento è stato del 10%, da 3mila a 3.300 ore.
Il servizio, erogato sotto l'egida di Retesalute, agisce nell'ambito socio assistenziale per erogare interventi adeguati alla persona e alla sua famiglia: nel disbrigo delle funzioni essenziali, igieniche, relazionali; nel mantenimento del benessere psico-fisico; nella riduzione dei casi di isolamento ed emarginazione.

IL NUMERO DI UTENTI negli ultimi tre anni

Dalla mera assistenza all'anziano il servizio si è allargato comprendendo altre categorie di utenza, particolarmente fragile, come i disabili o parzialmente non autosufficienti. A svolgere queste azioni sono operatori professionali. Nel 2016 l'appalto era stato assegnato alla cooperativa sociale onlus "Il Gabbiano" di Pontevico (BS) mentre da gennaio 2017 la gestione è passata alla cooperativa sociale ABC di Merate, sempre sotto il coordinamento (controllo, monitoraggio, formazione e supervisione) di Retesalute.

CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRE


A volte la complessità dei casi comporta la necessità di coinvolgere più attori per offrire il massimo supporto e personalizzare il più possibile il piano di intervento. A livello economico parliamo di un consuntivo chiuso a fine 2015 a 413.404 euro contro i 402.742 del 2016. Il budget del servizio è ricavato interamente dai trasferimenti degli enti che hanno conferito il servizio all'azienda, sulla base delle ore svolte. Per l'anno 2016 è stato erogato un rimborso, attinto dal fondo sociale regionale, pari a 53.638 euro.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco