Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 229.908.985
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 25/06/2017

Merate: ND µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Giovedì 20 aprile 2017 alle 15:47

San Zeno: in ''standby'' i lavori per sistemare l’oratorio di S. Giuseppe, attesi i permessi

Terminata la sistemazione delle parti esterne, sono attualmente in "standby" i lavori di riqualificazione dell'Oratorio di San Giuseppe a San Zeno, antica struttura affacciata sulla piazza della chiesa della frazione di Olgiate Molgora che ospiterà - questo l'obiettivo alla base del progetto - una "sala della comunità" destinata ad accogliere eventi culturali, esposizioni e riunioni delle realtà associative e i comitati ecclesiastici presenti in paese.


Lo "stop" è stato causato da alcuni "intoppi" burocratici legati ad una variante riguardante gli interni. "Quando l'abbiamo presentata sono sorte alcune problematiche con la Curia e la Sovrintendenza sui permessi acquisiti" ha spiegato Don Giancarlo Cereda, ex parroco che è rimasto nella comunità in qualità di amministratore parrocchiale. "Abbiamo promosso un incontro di confronto e i lavori sono attualmente fermi. Gli esterni sono stati portati a termine ma manca la riqualificazione degli ambienti interni, un passaggio fondamentale per creare i nuovi spazi che desideriamo".
Il secondo lotto dei lavori, che ha preso il via a fine agosto del 2016 con una previsione di spesa pari a 190.000 €, aveva come obiettivo quello di "sistemare" completamente lo stabile (ripristinando il portone di ingresso, la scalinata e la recinzione) andando a creare uno spazio interno agibile e utilizzabile, anche se per completarlo sarebbero necessari ulteriori interventi - tra cui il rifacimento degli intonaci e la realizzazione di servizi igienici - con una spesa aggiuntiva stimata lo scorso anno tra i 40.000 e i 50.000 €.
In chiesa è stata avviata una raccolta fondi con cui è possibile devolvere 5 € per ogni "quadratino" della facciata dell'oratorio riprodotta su un ampio cartellone. Fino a quando l'intervento non potrà riprendere, il tutto rimane "in sospeso".
L'oratorio di San Giuseppe fu edificato nel 1800 ad opera di Don Giuseppe Vergottini, che lo destinò al deposito delle suppellettili della Confraternita del Santissimo Sacramento, rifondata dopo la soppressione da parte delle autorità napoleoniche.
"Il nostro auspicio è che presto si possa "sbloccare" la situazione per poter proseguire verso il raggiungimento del nostro obiettivo" ha spiegato Don Giancarlo, recentemente insignito della benemerenza comunale per le numerose opere di riqualificazione promosse in parrocchia in questi anni.
Il suo impegno, al pari di quello dei fedeli che lo hanno sempre sostenuto, prosegue.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco