Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 232.541.588
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/07/2017

Merate: 25 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 20 µg/mc
Lecco: v. Sora: 25 µg/mc
Valmadrera: 21 µg/mc
Scritto Martedì 20 dicembre 2016 alle 17:38

Bilancio di metà mandato per Polano: ''la Provincia casa dei comuni, servono risorse''

Un ente di secondo livello che costituisce la “casa dei comuni”, il cui futuro appare incerto a causa della “totale assenza di norme per poter agire”, e che si appresta a proseguire per ulteriori 2 anni lungo un percorso ben avviato, nonostante le difficoltà economiche che ne hanno messo a repentaglio l’operatività.
A una ventina di giorni dal rinnovo del consiglio della Provincia di Lecco – in programma il prossimo 8 gennaio - il presidente Flavio Polano (unico a rimanere in carica per un ulteriore biennio) e alcuni de suoi componenti (con delega e non) hanno tracciato un “bilancio di metà mandato”, su quanto fatto fino ad ora e i prossimi impegni per i consiglieri che saranno chiamati a ricoprire tale ruolo.

“Attualmente operiamo nella totale assenza di norme secondo le quali agire, auspichiamo che entro la fine dell’anno l’atteso decreto governativo possa garantire maggiore stabilità in vista della redazione del bilancio 2017” è stato l’esordio del sindaco di Malgrate. “In due anni da un ente eletto a suffragio popolare siamo passati ad una realtà di secondo livello, che è rimasta tuttavia la “casa dei comuni”, operando nonostante le difficoltà oggettive nell’ottica del porsi a servizio delle municipalità”.
Il presidente provinciale lecchese ha sottolineato alcuni degli impegni maggiori, come l’attenzione rivolta agli edifici scolastici e alla manutenzione delle strade. “Abbiamo chiuso tre accordi di programma importanti, relativamente alle falesie, l’ostello della gioventù di Lecco e l’ex reparto maternità dell’ospedale, che si trasformerà in un polo museale ed espositivo. Abbiamo scelto di alienare le sedi di Carabinieri e Polizia stradale. Tutto ciò può sembrare poco, ma nelle condizioni in cui abbiamo operato vale molto. Personalmente proseguirò con la stessa carica che mi ha animato quando ho accettato di sedermi su questa poltrona” ha spiegato Polano, ribadendo il suo ringraziamento verso i consiglieri che lo hanno accompagnato, e con uno sguardo al futuro.


Alcuni dei consiglieri provinciali attualmente in carica

“Nei prossimi due anni tra le priorità ci sono il completamento della Lecco-Bergamo, ulteriori interventi per quanto riguarda strade e istituti scolastici (dove le criticità non mancano) unitamente a tempi di più ampio respiro: il consumo di suolo, l’accorpamento dei parchi come indica la normativa, il bilancio idrico e il turismo, legato alla mobilità dolce. Sono diversi i percorsi operativi da promuovere, in un’ottica di collaborazione con i comuni vicini, in modo che il nostro territorio continui ad essere quanto più possibile ricettivo”.
L’8 gennaio il presidente Polano conoscerà i suoi nuovi “compagni di viaggio”, scelti tra le 5 liste di consiglieri in lizza per le elezioni.  

Questi i commenti degli altri consiglieri:
Simonetti: Lega ''controllore'', su Annone servono risposte
Ugo Panzeri: lavoro in rete per la cultura, si punti sul turismo
Sociale e ''territorio'', 2 anni difficili ma grande collaborazione
Anna Mazzoleni: l'affidamento idrico un grande risultato
Opere pubbliche e scuola, si riparte da tanti progetti avviati
Scaccabarozzi: iniziative e tavoli di confronto sul lavoro
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco