Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 248.323.455
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/11/2017

Merate: ND µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Sabato 10 dicembre 2016 alle 10:02

A Consonni. Con simpatia

Secondo i dati ufficiali diffusi dal Ministero degli Interni sul voto degli italiani all'estero, quasi il 72% delle schede pervenute dal Sudamerica sono risultate per il "sì", che ha comunque vinto in tutti e cinque i continenti sfiorando il 60% perfino nella circoscrizione Asia-Africa-Oceania. Francamente, non immaginavo che i miei interventi su queste colonne avessero avuto conseguenze tanto rovinose anche in quei paraggi: è vero che lo scorso 21 Ottobre ho forse suscitato le ire di qualche connazionale residente in Kenia (www.merateonline.it/articolo.php?idd=67064&origine=1&t=Referendum%3A+e+il+Kenia+disse+SI%27+%28non+%26egrave%3B+uno+scherzo%29), ma mi pare che il risultato appaia leggermente sproporzionato all'impegno. Non pensavo nemmeno che Merateonline, al quale Lanfranco Consonni attribuisce il dubbio merito del risultato referendario meratese, fosse più seguito a Buenos Aires e a Bolzano che a Osnago e a La Valletta: mi associo volentieri ai suoi ringraziamenti per il prezioso ruolo informativo svolto dalla vostra testata, alla quale sinceramente augurerei le diffusione a livello mondiale di cui stiamo qui favoleggiando, ma non credo che la reale conoscenza dei contenuti della proposta governativa possa aver giovato a raccogliere consensi tra i lettori, indipendentemente da dove costoro possano risiedere. Dovremmo dunque cercare qualche altra spiegazione. È però un compito questo che, anche considerando la presenza di problemi ben più urgenti ancora irrisolti, lascio di buon grado al mio interlocutore, invitandolo soltanto, dal momento che qualcuno ha già citato del tutto a sproposito Pietro Ingrao ed Enrico Berlinguer, a lasciare almeno in pace il Santo Patrono (chi, oltretutto, abbia una qualche conoscenza della figura di Sant'Ambrogio, non crederà mai che un personaggio come lui possa aver ottenuto più consensi in via Montenapoleone che nelle periferie). Quanto a me, pago, per ora, di constatare che abbiamo scampato il pericolo più immediato, vedrò di farmene una ragione. Non si preoccupi comunque il signor Consonni, ché non mi arrabbio: conosco anche troppo bene il sapore delle sconfitte politiche per prendermela con chi fa un po' di spirito per alleggerire la tensione. Con simpatia,

 

Michele Bossi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco