Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 216.548.185
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/01/2017

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 4 µg/mc
Lecco: v. Sora: 3 µg/mc
Valmadrera: 4 µg/mc
Scritto Martedì 29 novembre 2016 alle 23:35

Merate: ecco le dichiarazioni dei redditi 2016 (su anno 2015). La minoranza apre e chiude la classifica con Villa e Pozzi


Scivola al quarto posto il sindaco Andrea Massironi che fino allo scorso anno aveva guidato la classifica della situazione patrimoniale dell'assise di Merate. Sul primo gradino, con un reddito netto di 50.707 euro, troviamo la dottoressa Silvia Villa, candidata di Sei Merate, oncologa presso l'ASST di Lecco (con immobili al 50% in Via Tofane a Merate, in Via Manzoni a Paderno, una casa al mare a Loano, 4 appartamenti di proprietà piena al 100% a Lecco in Via Aspromonte)

Prima riga: Andrea Massironi, Massimiliano Vivenzio, Maria Silvia Sesana, Giuseppina Spezzaferri, §Giuseppe Procopio,
John Patrick Tomalino, Federica Gargantini, Isabella Cogliati, Ernesto Sellitto. Seconda riga: Fiorenza Albani,
Fabio Tamandi, Alfredo Casaletto, Silvia Villa, Valeria Marinari, Alessandro Pozzi, Andrea Valli


Seguono l'ex capogruppo di maggioranza Ernesto Sellitto, consulente legale, con 45.543 euro (casa in Via Santa Maria di Loreto, due automobili e uno scooter) e l'assessore ai lavori pubblici Giuseppe Procopio, anche lui legale, con 40.006 euro, abitazione a Imbersago e Volkswagen Golf come mezzo di locomozione. Il primo cittadino, che ha un reddito netto spendibile di 38.921, è appunto al quarto posto e aggiunge in dichiarazione al 50% la casa con box dove vive a Sartirana, un appartamento al 50% in montagna e un locale in Via Dante a Merate sempre a metà. Con 38.802 euro c'è Fabio Tamandi, commerciante di Viale Verdi (reddito complessivo di 68.048 euro), proprietario di casa con box, alla guida di una Mercedes classe B e titolare del 45% del panificio di famiglia. Dopo di lui l'assessore Giuseppina Spezzaferri, che ha migliorato il reddito rispetto all'anno precedente, assestandosi attorno ai 37mila euro. Possiede un immobile al 50% in Via Torricelli a Merate e una nuda proprietà a Mesagne, sua terra d'origine, in provincia di Brindisi. Detiene partecipazioni societarie nella Merris di Barzanò e nella Panozzo srl di Merate.


L'avvocato Massimiliano Vivenzio è passato da un reddito netto di 26mila euro a uno di 31mila euro. Ha un immobile, con pertinenze e terreno, ad uso abitativo a Merate, una quota di uno stabile a Perugia, possiede azioni varie sul mercato italiano e americano e per spostarsi usa uno scooter o una Smart, mentre per le vacanze si affida a un camper. L'assessore ai servizi sociali John Patrick Tomalino, libero professionista ed esperto di informatica e comunicazioni, nel 2015 ha avuto a disposizione un reddito spendibile di 31mila euro. Sua l'abitazione in Via Monsignor Colombo, un camper, una Honda CBR e due autovetture Opel. Numerose le azioni del Credito Valtellinese, meno quelle della banca popolare di Sondrio.

CLASSIFICA IN BASE ALLE DICHIARAZIONI 2016 (SU REDDITO 2015)

CONFRONTO REDDITO COMPLESSIVO (che depurato dalle deduzioni
per l'abitazione principale e dagli oneri deducibili dà il reddito imponibile) e il REDDITO NETTO

 

Laureata in economia, il consigliere Isabella Cogliati ha mantenuto un reddito stabile (attorno ai 25mila euro). Possiede al 50% l'abitazione e 3 box in Via Donato Frisia e un immobile ad Alassio al 100%, nonchè due autovetture. Biologa, l'assessore all'istruzione Maria Silvia Sesana, residente a Novate, non ha variato la situazione patrimoniale (25mila euro) così come quella immobiliare (casa e terreno in Via Raffaello Sanzio). Di poco inferiore all'anno precedente il reddito del consigliere capogruppo di minoranza Massimo Panzeri, fermo a 22.456, con uno scooter di Piaggio di proprietà. L'avvocato Alfredo Casaletto ha dichiarato 22.421 euro, dopo tutte le detrazioni e le imposte varie che hanno fatto scendere il suo reddito complessivo di 36.103 euro. Possiede numerose "quote" di proprietà immobiliari in provincia di Potenza, suo paese di origine, e si mette al volante di una Peugeot 508. Decisamente migliorata la situazione del consigliere di Sei Merate, Valeria Marinari, laureata alla Sorbona di Parigi, con 20.337 euro contro i 14.370 dell'anno precedente. Sua al 50% l'abitazione in Via Statale dove risiede con la famiglia. Federica Gargantini, insegnante, ha un reddito stabile (19mila euro circa), a lei è intestata la metà dell'abitazione di residenza in Via Cesare Cantù e viaggia su una Fiat Panda. Albani Fiorenza, consigliere di Pagnano, impiegata, ha dichiarato un reddito complessivo di 21.442 che, netto, scende a 16.630 euro. E' proprietaria di un appartamento in Via Cappelletta e di una Lancia Y. Chiudono la classifica l'avvocato Andrea Valli, consigliere di minoranza di Merate Prospettiva Comune, con 16.324 euro netti, un appartamento al 100%, il 50% di due studi professionali a Merate e un terreno agricolo sempre "in condivisione" (la sua auto è una Peugeot 308) e il consigliere Alessandro Pozzi, ricercatore, che ha raggiunto un netto di 13mila euro, ha venduto la PT Cruiser in favore di una Fiat Qubo- Detiene partecipazioni societarie nella "Metodi Asscom e Aleph", di cui è componente del CdA ed è amministratore delegato dell'istituto italiano di valutazione.

LA VARIAZIONE DELLA SITUAZIONE REDDITUALE NEI TRE ANNI


CLICCA SUL GRAFICO PER INGRANDIRE


In base al regolamento giunta e consiglieri sono tenuti a depositare in segreteria la dichiarazione dei redditi dell'anno precedente, completa di imponibile, imposte, detrazioni, netto, addizionali, beni immobili e mobili, diritti reali di godimento e garanzia, azioni o partecipazioni societarie, cariche sociali. Il termine ultimo di deposito è il 31 ottobre ma dalla segreteria gli appelli alla puntualità cadono generalmente nel vuoto e la rincorsa ai ritardataria è cronica.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco