Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.012.318
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 10/06/2019

Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 21 µg/mc
Scritto Martedì 24 novembre 2015 alle 10:20

Accadeva 30 anni fa/32, 1 – 15 novembre: fazioni Dc in lotta Merate spende 700 milioni nei giochi, rapinatori instancabili

L'implosione e la successiva diaspora erano ancora lontane ma già i primi scricchiolii si avvertivano anche in provincia. Eppure la Democrazia cristiana era uscita dalla tornata elettorale del 1985 confermando la leadership assoluta. Nei Comuni lo scudocrociato aveva bissato i successi passati con maggioranze superiori al 50% come a Merate. Ma a impensierire Giampiero Omati, segretario provinciale, uno della banda dei quattro emiliani approdati sulle sponda orientale del lago di Como (Con Golfari, Fiamminghi e Maldini) era la corrente Rinnovamento Popolare, guidata dall'ex sindaco di Lomagna e parlamentare Ezio Citterio con Angelo Meroni, all'epoca vice direttore generale della Banca Briantea, Roberto Schellino e Ferruccio Favaron. I dissidenti avevano chiesto l'azzeramento di tutte le cariche a partire proprio da quella ricoperta da Omati. Lo scontro interno era sul metodo, la maggioranza faceva riferimento alla "Base", la corrente di centro che guardava a sinistra (nel solco Degasperiano secondo cui "La Dc è un partito di centro che guarda a sinistra") e aveva come riferimento Giovanni Marcora, già ministro dell'agricoltura; la minoranza afferiva all'area Dorotea. Ma come spesso accadeva (e accade) la questione ideologica mascherava la lotta per la conquista delle cariche più alte nel partito.

Giampiero Omati

Il 7 novembre Giuseppe "Pino" Bollini riparte con la moglie Margot Muller e padre Vittorio Galimberti del convento di Sabbioncello alla volta del Kenya nella missione di Marsabit. Una "vacanza" dice Bollini, come l'anno precedente. Invece sta gettando le basi per un'operazione umanitaria di grandi dimensioni e che negli anni a venire diventerà la "sua Africa". "La mia scelta di vita - disse allora Pino - è sempre stata quella di tentare di vivere il messaggio evangelico della legge dell'amore".

Giuseppe Bollini

In città la politica è vivacizzata dalle polemiche innescate dal Pci contro il presunto immobilismo della Giunta guidata da qualche mese da Giacomo Romerio. I comunisti riempiono gli spazi pubblicitari di manifesti sui quali chiedono di conoscere le intenzioni della maggioranza. Risponde Giovanni battista Albani, vice sindaco che rintuzza gli attacchi ma ritiene anche utile un incontro chiarificatore a porte chiuse con tutta la maggioranza e gli organismi dirigenti locali. Incontro che si terrà al convento di Sabbioncello.  

Giovanni Battista Albani

Intanto conquista la prima pagina la notizia che il "Pirellino" di Merate, ossia il palazzo di piazza Italia sarebbe fuorilegge in quanto realizzato con un'altezza ben superiore ai 16 metri consentiti da legge vigente all'epoca della costruzione, nel 1958. Sarebbero addirittura 3 i piani abusivi. Nessuno se n'era accorto prima e nemmeno ora è possibile intervenire se non con una sanatoria.

Il "pirellino" di Merate


Merate si prepara ad assegnare i premi della bontà, seconda edizione. La prima, nel 1984, aveva visto in una fredda sala civica, alla presenza di poche persone, il riconoscimento a Luigi Consonni, Giulio Mandelli e Bruna Bollani. Premiati dal prevosto don Felice Viasco. Dopo una partenza in sordina l'iniziativa decollerà con grande partecipazione di pubblico e numerose segnalazioni. Successivamente a una interruzione di qualche anno, la manifestazione è passata dal settimanale cittadino, che l'aveva ideata, all'Amministrazione comunale che ancora oggi assegna il 7 dicembre i riconoscimenti a cittadini, enti o associazioni che maggiormente si sono distinti nel corso dell'anno.

I premiati della prima edizione: Luigi Consonni, Giulio Mandelli, Bruna Bollani

La malavita non si era certo placata in vista delle festività natalizie. I carabinieri del nucleo operativo arrestano un ventenne colto in flagranza di reato mentre incassa un assegno consegnatogli a seguito di una estorsione; il fine settimana ha fatto registrare tre incidenti con quattro giovani rimasti coinvolti e feriti in maniera grave; a Sirtori due banditi armati e mascherati piombano poco prima di mezzanotte in una trattoria rapinando l'incasso e i portafogli dei clienti per un bottino di circa 3 milioni di lire; a Maresso sesto colpo all'ufficio postale, un giovane infila la canna di una pistola a tamburo nell'apertura che serve a far passare le pratiche dal cliente all'impiegato, il direttore - che ha già subìto tre rapine - interviene a mette i soldi in una borsa, 2 milioni di lire. Sempre a Merate qualcuno si mette a fare di conto, non dei proventi delle rapine, ma di quanto si spende al gioco: 700 milioni all'anno in totocalcio, enalotto, totip e lotterie varie. La febbre del gioco è in costante crescita, lo confermano gli esercenti. Almeno duemila le schedine giocate ogni settimana con importi variabili che spingono il monte spesa fino a 400mila lire. I concorsi, spiega Pino Pesola del bar ricevitoria al Castello, sono passati da 44 a 52 e l'avvento del computer ha reso ancor più facile la giocata.

Pino Pesola

Domenico Galbiati e Renato Tacconi, casatese il primo, meratese il secondo, entrambi consiglieri regionali presentano una proposta di legge al Consiglio regionale che prevede l'obbligatorietà del casco in motocicletta. Ricalca una analoga proposta ferma da tempo in Parlamento che rende il casco obbligatorio per i conducenti di moto con 125 cc. I pareri degli industriali sono contrastanti, soprattutto i fabbricatori di motorini fino a 50 cc temono che l'estensione dell'obbligo, come molti vorrebbero, penalizzi ancor più un mercato già duramente colpito.

32/continua
Articoli correlati:
03.11.2015 - Accadeva 30 anni fa/31, 16-30 ottobre: rapine in villa e poste. A Merate alloggi per anziani, il Municipio in Villa Confalonieri
25.10.2015 - 30 anni fa/30: 15 ottobre, presentato il progetto della Radiologia. Allo studio la Riserva Lago di Sartirana. In piazza tornano i 'Piatej'
18.10.2015 - 30 anni fa/29, 30 settembre: dal Festivalbar a Merate, i Righeira. I primi 100 giorni di Romerio. Marinari e l’assistenza ai terminali
10.09.2015 - 30 anni fa/28, 10 settembre: Anna Oxa e Casadei alle ''Piramidi''. Grandi successi, zero polemiche e un’ottima lezione da imparare
11.08.2015 - 30 anni fa/27: quando a organizzare ''eventi'' erano Dc, Pci, Psi i protagonisti erano Oxa, Ruggeri, Bennato, Nomadi, Pooh, Berté
28.07.2015 - 30 anni fa/26: Merate ha il maggior inquinamento atmosferico dell’intera provincia di Como. All’Ussl 14 arriva Sandro Cesana
11.07.2015 - 30 anni fa/25: ZTL a Merate, domanda, e se tornassero le auto? A vent’anni dalla chiusura del centro cresce l’istanza di riaprire
01.07.2015 - 30 anni fa/24, 25 giugno: Mirjana Vasilj lomagnese d’adozione dice di aver visto la Madonna a Medjugorie. E’ l’inizio del mito
23.06.2015 - 30 anni fa/23, 18 giugno: Romerio è il ''settimo re'' di Merate. Se ne vanno a distanza di 48 ore due sorelle molto conosciute
16.06.2015 - 30 anni fa/22, 11 giugno: il meratese cancella la scala mobile. Salta l’ultimo diaframma, la galleria per il raddoppio è aperta
10.06.2015 - 30 anni fa/21, 4 giugno: Romerio nomina la giunta a Merate. Il drammatico racconto dei testimoni della tragedia ''Heysel''
04.06.2015 - 30 anni fa/20, 29 maggio: a Merate si scelgono gli assessori. Cernusco è un cantiere con ''Merate Green'' e via Donizetti
27.05.2015 - 30 anni fa/19, 22 maggio: vinte le elezioni la Dc vara un piano di investimenti per CC e VF. Albani, 'Il municipio in piazza Eroi'
17.05.2015 - 30 anni fa/18, 15 maggio: la Dc stravince in tutta la Brianza. Merate vota Romerio. Confermati quasi tutti i sindaci uscenti
14.05.2015 - 30 anni fa/17, 8 maggio: 2 miliardi da Rusca per la nuova piastra radiologica. Tutto è pronto alla vigilia delle elezioni
05.05.2015 - 30 anni fa/16, 29 aprile: prosegue con successo il festival del teatro di Pagnano. A Vimercate si inaugura lo svincolo
29.04.2015 - 30 anni fa/15, 22 aprile: 20 comuni al voto, 1.500 candidati. A fuoco il canneto di Brivio, 2300 trote morte nel ''Tolsera''
25.04.2015 - 30 anni fa/14, 15 aprile: ben 8 partiti presentano i candidati. A Osnago ''salta'' il depuratore. La 6° volta per Teatro e Fiera
19.04.2015 - 30 anni fa/13, 8 aprile: la Dc presenta la lista dei candidati e punta alla maggioranza assoluta. Si inaugurano le case Coop.
14.04.2015 - 30 anni fa/12 - 2 aprile: a Merate la DC candida Romerio. La malavita alza il tiro: rapina a mano armata in una villa
01.04.2015 - Accadeva 30 anni fa/11, 29 marzo: la ''Camuzzi'' chiude la cassa. E Giuseppe Ghezzi terminava il suo decennio di primo cittadino
24.03.2015 - 30 anni fa/10, 21 marzo: il giovane ministro Goria a Lecco. L’usl progetta la Radiologia e la Psichiatria. Spesa 5 miliardi
16.03.2015 - 30 anni fa/9, 14 marzo: esplode il televisore, donna morta. 26enne perde la vita in auto. E dalla torre cadono mattoni
09.03.2015 - 30 anni fa/8, 9 marzo: malavita scatenata, rapinati orefice e banca. Un’orribile morte. Sindaco, si fa il nome Romerio
03.03.2015 - 30 anni fa/7, 2 marzo: via al condono edilizio, scontro per i rifiuti nel Parco, Marta Casiraghi top manager del petrolio
24.02.2015 - 30 anni fa/6, 21 febbraio: i carri di carnevale invadono i paesi Un primato per l’ospedale mentre le trivelle bucano la collina
17.02.2015 - 30 anni fa/5, 14 febbraio: si incendia lo scontro sulla ''L. 194''. Intanto via agli espropri delle aree per il raddoppio ferroviario
08.02.2015 - 30 anni fa/4, 5 febbraio: Merate inizia la campagna elettorale. Assaltati 4 negozi di casalinghi, 1000 in piazza contro l’aborto
26.01.2015 - 30 anni fa/3, 25 gennaio: bilancio pesante per il grande gelo La bufera non ferma la ''mala'', rapinata gioielleria a Paderno
15.01.2015 - 30 anni fa/2, 20 gennaio: neve fino a 80 cm. e freddo a – 10°. Il maltempo record paralizza la Brianza. Il lago diventa riserva
06.01.2015 - 30 anni fa/1, 8 gennaio: 'vicenda' Gritti, Sandro ''gatin'', toro in fuga e primi nati, furto in canonica e una nevicata da record
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco