Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 285.681.322
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/11/2018

Merate: 33 µg/mc
Lecco: v. Amendola: ND µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Martedì 22 gennaio 2013 alle 18:42

Tentori risponde al comitato acqua

Cari amici del Comitato Acqua Pubblica
  Intanto sono lusingata dal vostro interesse per la mia candidatura e quindi per il PD. Rispondo alle vostre domande sottolineando due elementi: 1)      Per me l'acqua è un bene primario per l'umanità e quindi deve restare pubblica, senza gestioni e profitti da parte dei privati. Sulla base di questo principio, lo ripeto ancora, ho convintamente sostenuto il referendum.
2)      Ho un grande rispetto per i Sindaci del nostro territorio, che hanno il compito di prendere decisioni su questa materia nell'interesse dei cittadini. Mi pare che finora la decisione presa con il referendum sia stata garantita: nessun privato ha manovrato e lucrato sull'acqua pubblica nella provincia di Lecco.

Ho già affermato che la scelta operativa con la quale deve essere portato avanti l'obiettivo dell'acqua pubblica (società in house, azienda speciale, ecc.) è un tema complesso, per il quale i sindaci hanno anche richiesto pareri ad autorevoli giuristi. Va anche considerato che non potrà essere messa da parta la necessità di provvedere agli investimenti per rendere la rete idrica efficiente e per ampliarla secondo le esigenze attuali. In ogni caso, la cosa fondamentale, a costo di ripeterlo all'infinito, è che la soluzione che verrà trovata possa garantire il completo controllo della gestione dell'acqua da parte dei sindaci, quali rappresentanti di tutti i cittadini, e che di conseguenza nessun privato possa lucrare sull'acqua pubblica.
Veronica Tentori
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco