• Sei il visitatore n° 507.559.802
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 03 aprile 2020 alle 17:25

Ad un caro amico

A tutti i politici nostrani, specialmente di destra che governano il nostro comune e la regione e che in questi giorni stanno diventando specialisti dei comportamenti e delle strategie per risolvere il problema del COVID19.
Lo spunto me lo danno alcuni articoli sui media, e un mio caro amico sin dall’adolescenza che ha avuto la brutta idea di entrare in politica e trasformare la sua grande capacità di comprendere i bisogni degli ultimi, diventando così un burocrate che ubbidiva solo agli ordini della politica corrente. Come succede a tutti coloro che vogliono immettersi in politica.
Ti ricordi caro amico, che fosti proprio tu assieme al tuo amico Formigoni ad iniziare lo smantellamento della sanità pubblica? A quel tempo Formigoni lanciò l’idea che il privato era meraviglioso e guarda un po' come è finito lui e la nostra sanità pubblica.
Meno male che ora ti sei reso conto che la sanità lombarda fa schifo, per essere educati nei termini. Avete collocato alla dirigenza persone che avevano la solo specialità di appartenere alla medesima religione politica. Le persone più intelligenti e capaci venivano scartate ed i risultati sono ora evidenti a tutti.
Io e te caro amico avevamo elaborato dei progetti per l’assistenza ai disabili in ospedale, ma tutto veniva bocciato dalla regione dal tuo ‘papa-santo’ Formigoni. Il ‘Santo’ preferiva girare in yacht e trastullarsi, con ragazze che, si presume, siano state vergini ma non ancora martiri, nelle ville in Sardegna. Che i disabili si arrangino. Anzi suggeriva ai comuni di fede politica di tagliare tutti i privilegi che vergognosamente venivano concessi ai disabili. Ma anche i comuni che non erano della stessa fede stavano - e stanno - zitti e pertanto condiscendenti. Non si sa mai, un giorno avrebbero potuto essere loro al potere ed i soldi non si sprecano con i disabili.
Eravamo tutti discepoli di Padre Evangelista e lui ci aveva insegnato una morale ed un comportamento verso l’umanità che soffre, ben differente da quanto messo in atto dalla giunta Formigoni e dal suo clero. Non basta far la comunione tutti i giorni. Questa è la conferma che Dio non esiste. Se ci fosse penso che come minimo farebbe esplodere l’ostia. E’ vero che la sanità -pre Formigoni- aveva tante criticità ma forse bisognava solo correggere qualcosa e non distruggere il tutto. Ti ricordi come era prima dell’arrivo del ‘divino’? Vi era una scuola che formava i nostri ragazzi a diventare infermieri e voi ( il tuo partito) l’avete distrutta. Era una scuola eccezionale che sfornava persone eccezionali. I medici avanzavano di grado per la loro capacità e non per appartenenza a bande politiche. La tua è stata un’epoca nella quale avete distrutto tutto questo ed ora ci godiamo i risultati.
Oggi i disabili sono rinchiusi in casa, prigionieri e tu lo sai che fatica fa un genitore per vivere costantemente un disabile autistico che non si ferma mai e che bisogna curare costantemente sulle 24 ore. Le strutture per dare sollievo alle famiglie sono chiuse. Se muoiono i genitori non è possibile nemmeno ricoverare, anche provvisoriamente, il disabile nelle strutture adeguate.
Ora esiste una organizzazione provinciale che raccoglie i fondi per sopperire alle spese sanitarie necessarie e straordinarie di questo momento eccezionale. Ma ti domando: ma la popolazione lo sa che ai dirigenti che sono in tutti i gangli del potere sanitario prendono a fine anno 30-40-60 mila euro di premio?. Io divento pazzo nel pensare che vengono dati dei soldi (nostri) a persone che hanno distrutto sistematicamente la nostra sanità. Che motivo esiste nel premiarli? Spiegamelo per favore. Forse perché hanno tolto qualche diritto ai disabili? Questi sono i risparmi?
Caro amico , per favore, ritorna agli insegnamenti del nostro caro Padre Evangelista. Erano giusti allora e lo sono tutt’ora. Anche a te la vita ha riservato sorprese non buone e penso ti abbia fatto riflettere.
Ora quello che stato è stato e non bisogna esagerare nel ricordare il passato. Se guardiamo al passato dovremmo allora ricordare che la Santa Romana Chiesa bruciava sul rogo le persone che non la pensavano come loro. Che ci insegnava a catechismo che gli ebrei erano degli assassini di Gesù Cristo e pertanto era giusto che fossero erranti. (parlo del mio periodo lontanissimo di infanzia) Ma dobbiamo ricominciare. Forse i tuoi amici politici non si sono accorti che il sociale sta esplodendo ed i feriti e morti ‘metaforicamente’ saranno tanti. Avverti anche i tuoi cugini, vicini politicamente, coloro che comandano i trasporti pubblici, di fare qualche riunione con i pendolari e, se ne escono vivi, di loro che i tempi cambiano e che non si può prendere in giro la gente all’infinito.
Sempre ricordando un pezzo di gioventù trascorsa insieme felicemente e nonostante la tua fede politica, che non ho mai condiviso, ti manifesto ancora la mia amicizia.
Costantino Scopel
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco