Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 332.235.357
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/03/2020

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 16 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Martedì 24 marzo 2020 alle 21:13

Olgiatesi a fare la spesa a Calco? Possono. I chiarimenti dei sindaci Motta e Bernocco

Le recenti disposizioni contenute nel DPCM del 22 marzo e le relative interpretazioni hanno contribuito a creare una certa confusione rispetto alle modalità più corrette per effettuare la spesa. Nelle ultime ore, ad esempio, tra i cittadini di Olgiate si è creata non poca preoccupazione rispetto al recarsi all’Esselunga di Calco.
La risposta definitiva, prima di chiarire che cosa ha causato i dubbi, è che gli olgiatesi potranno continuare ad usufruire di questo supermercato, anche se non è situato sul territorio del proprio Comune. A confermarlo sono stati i sindaci dei due paesi, Giovanni Battista Bernocco e Stefano Motta, in entrambi i casi con dei video postati su Facebook.

Il sindaco di Calco Stefano Motta e il sindaco di Olgiate Giovanni Battista Bernocco

Parte delle incomprensioni sono nate principalmente da una comprensione non a tutti chiara di ciò che il primo cittadino calchese Motta ha comunicato in un primo video apparso in rete nella serata di lunedì 23 marzo, e cioè che la Polizia locale cittadina aveva effettuato in seguito al DPCM del giorno precedente verifiche sulle persone in coda in attesa di fare la spesa all’ipermercato di via Nazionale, denunciando coloro che si trovavano lì senza giustificare un’esigenza di assoluta urgenza. Un mandato che Motta ha peraltro conferito ai suoi agenti con ordinanza sindacale n° 15 del 21 marzo 2020. A certificare che tra i segnalati non possono esserci dei cittadini olgiatesi vengono in aiuto anche i chiarimenti forniti dalla Prefettura di Lecco rispetto alle disposizioni recate dall’ordinanza interministeriale del 22 marzo ''che fa divieto – scrive il Prefetto Michele Formiglio - alle persone fisiche di spostarsi in comuni diversi da quello in cui si trovano, si rappresenta che la spesa rientra tra le esigenze di assoluta urgenza. I cittadini di comuni non serviti da esercizi commerciali o nei quali gli esercizi commerciali risultano insufficienti a soddisfare il bacino di utenza – si chiarisce - possono fare la spesa nei comuni limitrofi''. A citare Formiglio è stato lo stesso Bernocco rivolgendosi in una diretta video ai cittadini olgiatesi appositamente realizzata per chiarire la questione. Per i cittadini di Olgiate, Comune di circa 6.500 anime, i piccoli supermercati presenti sul suo territorio non sono sufficienti per soddisfare le esigenze di tutti, ergo per chi abita ad Olgiate diventa esigenza di assoluta urgenza recarsi in un supermercato più rifornito, purché si tratti del più vicino alla propria abitazione. Nel video pubblicato nella serata di martedì 24 marzo, oltretutto, Stefano Motta conferma che da Olgiate ci si può appoggiare all’Esselunga di Calco, consigliando tuttavia agli abitanti di San Zeno e Porchera di utilizzare prioritariamente il discount Tutto Ok, al confine con Beverate. Motivo principale di un’attenzione particolare posta dall’Amministrazione calchese nei confronti dell’accesso al supermercato di via Nazionale sono piuttosto alcune situazioni irregolari che si sono verificate all’esterno dell’Esselunga nelle giornate precedenti al DPCM del 22 marzo. In alcuni frangenti, ha spiegato il sindaco, si sono create code con oltre un centinaio di persone, qualcosa di molto simile ad un assembramento e perciò una situazione vietata sin dagli inizi dell’emergenza coronavirus. Durante questi controlli erano state trovate persone provenienti persino dalla provincia di Bergamo.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco