Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.333.938
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/2020

Merate: 24 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 20 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Martedì 24 dicembre 2019 alle 15:39

Brianza o Beirut?

Buongiorno,
vorrei rivolgere queste mie domande e critiche ai sindaci di Casatenovo, Missaglia, Montevecchia e Cernusco Lombardone, fermo restando che tale situazione è sicuramente presente in tutta Italia. Mi piacerebbe avere una risposta dalle persone chiamate in causa qui sopra (poi se qualche altro sindaco o informato dei fatti vuole rispondermi... ben venga).
Oggi ho percorso la strada provinciale da Casatenovo fino al semaforo di Cernusco (andata e ritorno) e mi chiedo: Brianza o Beirut dopo un bombardamento ? Qualche giorno di pioggia e si formano SEMPRE crateri degni di un aeroporto libico dopo un bombardamento e SEMPRE negli stessi posti.
La situazione più grave è nel tratto di strada sito nel comune di Montevecchia. Buche enormi, veri e propri crateri che, udite udite, qualche cervellone (vorrei davvero stringere la mano a cotanta mente geniale) le ha copiosamente riempite di ghiaia.
Le conseguenze? Parabrezza e carrozzeria tutta scheggiata dall'incolpevole macchina che mi precedeva e mi ha mitragliato. (Naturalmente presto il comune di Montevecchia riceverà tramite il mio legale tutta la documentazione per il risarcimento).
In prossimità di Missaglia, per non farci mancare nulla, noto una 500 ferma a bordo strada con gomma squarciata e cerchio storto.
Ora la mia domanda è ai sigg. sindaci: Chi decide cosa riparare e quando? Chi continua ad affidarsi ad imprese palesemente incapaci? Qualche sindaco si è mai rivalso su queste imprese?
Io posso capire (si fa per dire) il perverso sistema italico del patto di stabilità, del non poter spendere i propri soldi per fare manutenzione, conosco la stoltezza (per essere educati) di chi ci governa a qualsiasi livello ma, per quanto mi riguarda, un sindaco (qualunque esso sia e di qualsiasi corrente politica) che continua su questa strada (dissestata anche lei) è complice di questa situazione. Mi piacerebbe sapere da qualcuno informato e dentro alla questione qual è l'iter da quando si forma un cratere in strada a quando viene sistemato (si fa per dire). Mi piacerebbe sapere, come già scritto, se qualche comune si è mai rivalso su queste ditte incapaci. Bruttissimo da dire lo so ma, quasi quasi, ci sarebbe da augurarsi che un motociclista si faccia male e che chieda un risarcimento milionario... poi, forse, chi di dovere capirà che è meglio prevenire piuttosto che curare.
Scrivo questa mia con l'assoluta certezza che, come da italico costume, nessuno si sentirà nè chiamato in causa nè responsabile (in Italia è sempre colpa di qualcun altro)... e non avrò mai risposta ma un risarcimento sì, costi quel che costi.
E' ora di finirla di pensare "e va beh fa niente"... basta! Mi costerà magari più del risarcimento ma è una questione di principio.
Qualcuno la pensa come me ?
Cordiali saluti, buon Natale e felici buche nuove.
Roberto Galbusera
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco