Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.722.047
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Mercoledì 10 luglio 2019 alle 08:06

Olgiate, l'Amministrazione: scorrette e false le considerazioni di Galbusera sui parchi

Aveva stigmatizzato le scelte del Comune di Olgiate nella gestione dei parchi pubblici e privati in concessione, scattando anche una serie di fotografie che ritraevano le aree verdi del paese in buona parte ''trasandate''. L'Amministrazione non è certo rimasta a guardare ed è arrivata qualche giorno dopo a rispondere al consigliere Pierantonio Galbusera, definendo false e scorrette le sue affermazioni:
Gentile redazione,

avremmo volentieri evitato di rispondere alle accuse e alle polemiche del consigliere Pierantonio Galbusera, ma visto l'ampio risalto che gli è stato concesso sui giornali ci sentiamo in dovere nei confronti dei nostri concittadini di sottolineare la scorrettezza delle sue affermazioni e, in alcuni casi, le palesi falsità.

In primo luogo vogliamo rassicurarlo e, soprattutto, informare la cittadinanza: il parco delle scuole di Via Sommi Picenardi è aperto. Visto la difficoltà nella gestione – che la passata Amministrazione comunale ben conosce, avendolo tenuto chiuso e con giochi marcescenti per anni – si sono fatti carico dell'apertura e della chiusura il Sindaco, gli assessori Colombo e Fratangeli e il consigliere Veraldi. Allo stesso modo, domenica mattina, gli amministratori hanno provveduto a pulire il parco antistante.

Pur comprendendo il gioco delle parti e la volontà di sfruttare l'occasione per una polemica politica, se dopo aver scattato le foto della “messe di rifiuti” (mezzo sacco) per inviarle ai giornali il consigliere Galbusera si fosse premurato di raccoglierli o, quantomeno, di fare segnalazione agli Uffici ne avrebbe beneficiato prioritariamente l'ambiente. Ad ogni modo, qualora volesse rimboccarsi le maniche e dare una mano sarà sempre il benvenuto.

In merito a questo spazio, che il Comune ha voluto prendere in gestione, ripetiamo anche in questa sede ciò che più volte abbiamo ribadito in consiglio comunale: non è contemplabile da parte della nostra Giunta che un luogo centrale del paese, davanti alle scuole, e che è entrato nella vita degli olgiatesi grazie alla gestione trentennale della ProLoco possa essere lasciato nell'incuria e nel degrado come è avvenuto negli ultimi anni. Anziché utilizzare strumenti coercitivi nei confronti della proprietà, riteniamo più utile ed efficace gestire direttamente l'area, per offrire ai cittadini quel luogo di relax e frescura estiva che giustamente richiedono.

I lavori di manutenzione non sono terminati, prevediamo a stretto giro l’installazione delle telecamere per la videosorveglianza, il posizionamento delle reti e il taglio di una pianta, ma sappia il consigliere Galbusera che tutti gli interventi che sono stati eseguiti finora – a parte, per ovvi motivi, 800 euro destinati al rilievo effettuato da un professionista forestale prima di prenderci carico della gestione – sono stati interamente a carico degli amministratori comunali o realizzati grazie all'aiuto dei volontari, e così sarà anche per i prossimi interventi.

In riferimento alle “previsioni” sugli spazi di Via alla Chiesa e dietro la sede della RSA ci chiediamo perché in tanti anni di amministrazione l'attuale minoranza consiliare non abbia realizzato questi supposti interventi.

Come il consigliere ben sa il campetto di Via Collodi è invece aperto quotidianamente grazie ai volontari. Farà sicuramente piacere ai residenti, che da anni chiedevano un minimo di regolamentazione per permettere ai bambini di poterne fruire o per avere un po' di quiete nelle ore del riposo, essere definiti da Galbusera “un po' sclerati”.

Informiamo che sono state decise da tempo delle variazioni di bilancio, che saranno presentate nei prossimi consigli comunali di luglio, allo scopo di acquistare nuovi giochi per i parchi pubblici e per la realizzazione di un nuovo parchetto giochi inclusivo in Via Aldo Moro. La nostra volontà di realizzare anche uno spazio di sgambatura per i cani non incide minimamente su questi investimenti pensati per le famiglie ma, anzi, risponde alle tante richieste di un nuovo servizio che abbiamo ricevuto da parte dei nostri concittadini.

Porre da parte di Galbusera questo intervento in antitesi con una migliore fruibilità dei parchi giochi esistenti, su cui intendiamo investire, fa sicuramente clamore ma è strumentale e fatto in malafede.

Questo per rispondere nel merito. Sul resto, ci preoccupa molto che una persona che è stata assessore a Olgiate per tanti anni, dal 1997 al 2006, e che ricopre ora il ruolo di consigliere di minoranza dimostri di non avere la minima idea di come funzioni un bilancio comunale: Galbusera dovrebbe sapere che l'avanzo di amministrazione è stato sbloccato e reso interamente disponibile solo a fine 2018 e che questo può essere utilizzato esclusivamente per le opere pubbliche e per fare investimenti; fondi che proprio nei consigli comunali di luglio andremo a destinare. Le finestre degli anni 2016 e 2017, per fare alcuni esempi, le abbiamo utilizzate per interventi improrogabili come la completa riqualificazione del plesso della scuola primaria, l'asfaltatura delle strade, la sicurezza idraulica del territorio, la realizzazione di nuovi loculi al cimitero i cui lavori partiranno a breve o per l'affidamento di progetti, chiusi nel cassetto da anni, come quello della nuova scuola secondaria o della pista ciclopedonale (greenway) per collegare le frazioni del paese. Un’altra partita importante, portata a termine, è stata poi la realizzazione del tetto del palazzetto dello sport.

La spesa corrente, quella che serve per erogare servizi e pagare gli stipendi del personale, che Galbusera ci accusa di utilizzare per destinare “contributi a pioggia alle associazioni”, è invece sempre più limitata e solo una gestione attenta del bilancio insieme alla nostra forte convinzione che le associazioni del paese, le parrocchie e i comitati di frazione svolgano funzioni insostituibili di collante sociale e culturale - tanto più forti quando sono sostenute dal Comune e in collaborazione con esso - ci permette di valorizzare queste importanti realtà.

Questa spesa nulla ha a che fare con gli investimenti o con il Patto di Stabilità, Galbusera dovrebbe sapere anche questo.

Sulle opere che ci contesta di non aver ancora realizzato ci limitiamo a far presente che questi problemi non nascono dal nulla, ma erano ben presenti anche con le giunte precedenti – di cui Galbusera ha fatto parte – che hanno avuto a disposizione molto più di tre anni per risolverli.

Le questioni che cita, buttandole nel calderone senza soffermarsi, da Via Pilata al centro paese, dall'amianto dell'ex allevamento di Pianezzo a quello della sede della Croce Rossa, sono complesse,  richiedono tanti passaggi burocratici e lunghe tempistiche, ma ci stiamo lavorando con impegno per arrivare ad una soluzione.

Non vogliamo fare promesse sui tempi di realizzazione – seppure per alcune di esse imminenti – ma siamo consapevoli che tre anni fa i cittadini di Olgiate, con un'ampia maggioranza, ci hanno assegnato il mandato di risolvere situazioni lasciate irrisolte per anni e anni. Fra due anni potranno valutare quanto fatto, da dove siamo partiti e se la loro fiducia è stata ben riposta.

A Galbusera (e al suo Gruppo) lasciamo volentieri iniziare la campagna elettorale.
Noi preferiamo lavorare.

Il Sindaco e l'Amministrazione comunale
I consiglieri comunali - Gruppo Olgiate Rinasce
Articoli correlati:

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco