Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 318.598.473
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/11/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Martedì 09 luglio 2019 alle 13:30

Cernusco: la Soprintendenza rinvia il giudizio sul progetto della piazza. L'iter è "in stallo"

Periodo di stasi per il progetto di riqualificazione di piazza della Vittoria a Cernusco. La situazione di fatto è ferma da circa un anno, cioè dall'approvazione in Giunta della progettazione preliminare a inizio agosto 2018. Poi più nulla, se non le modifiche al bilancio per prevedere le spese come da normale amministrazione. Il tema non si è certo affievolito, specie dopo la nascita del comitato cittadino "La Vittoria del Parco" che si è mobilitato con una petizione che ha raccolto un migliaio di firme per rivedere il progetto.



L'attesa non dipende però dalle dinamiche che si sono venute a creare con le attività del Comitato e nemmeno per vie delle forti rimostranze delle minoranze in Consiglio comunale. Come da iter, la pratica è passata nelle mani della Soprintendenza dei Beni culturali. L'Ufficio "Beni architettonici e paesaggistici" si doveva esprimere in 120 giorni entro il 14 maggio per dare l'ok o spedire al mittente la proposta di spostare il Monumento ai Caduti e di abbattere i due edifici ai lati dei passaggi carrabili in prossimità dell'ex Municipio. Queste le due principali questioni da esaminare, ma l'autorità competente doveva esprimersi sull'intero impianto del progetto preliminare. Perciò anche sui lotti successivi al primo, che costituisce l'unico obiettivo dell'amministrazione in carica, come hanno più volte sottolineato i membri della maggioranza.



Tutt'altro dall'essere definitiva, una risposta è arrivata al Comune di Cernusco verso metà giugno, pare dopo una sollecitazione diretta della sindaca Giovanna De Capitani. La comunicazione formale chiede all'Ente municipale un'integrazione della documentazione fornita inizialmente, che però già corrisponderebbe all'elenco diegl atti voluti dalla Soprintendenza stessa. La richiesta risulterebbe piuttosto generica: implementare la documentazione storica sugli edifici e il monumento esistenti. In quest'ultimo mese i rapporti sono rimasti congelati. La Giunta chiederà un sopralluogo agli ispettori della Soprintendenza per farsi un colpo d'occhio sul comparto già osservato nel repertorio fotografico fornito, nella speranza che si facciano direttamente un'idea delle problematiche legate ai flussi di traffico in entrata e uscita dalla piazza interna. L'impressione però è che si è tornati al punto di partenza, e forse di non ritorno perché gli uffici comunali avrebbero già spedito tutto ciò in proprio possesso. Che l'ago della bilancia sia inclinato verso il no?
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco