Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.761.692
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Lunedì 24 giugno 2019 alle 15:34

Verderio: Villa Gallavresi usata dai giovani per bivacchi notturni. ''Cambia'' interroga

Riaperto da poco più di un mese, il parco di Villa Gallavresi a Verderio torna ad essere frequentato da giovani anche negli orari in cui dovrebbe rimanere chiuso al pubblico.

E’ quanto emerge dall’interrogazione presentata pochi giorni fa, che sarà trattata nel prossimo consiglio comunale, dal gruppo di minoranza ''Cambia Verderio''. Orazio Vinci, il consigliere che ha presentato il documento, ha raccontato di essersi imbattuto in una quindicina di giovani che erano ''intenti ad urlare, giocare, fumare e bere'', rincasando lo scorso 17 giugno dalla seduta del consiglio che si era appena conclusa.

Nonostante fossero le 23.20 e l’ingresso al parco interdetto dalle 22, Vinci ha innanzitutto constatato che i giovani non hanno avuto difficoltà a varcare i cancelli grazie all’utilizzo del pulsante di emergenza che li apre anche fuori dall’orario previsto.

Nell’interrogazione viene chiamato in causa anche l’ex sindaco Alessandro Origo che, passando in quel momento, non ha potuto fare altro che constatare quanto stesse accadendo. Le opposizioni chiederanno dunque spiegazioni all’Amministrazione allargando la discussione anche allo stato di mantenimento del decoro del giardino pubblico.
Al Sindaco di Verderio

Verderio, 20 giugno 2019


e p.c.

Agli Assessori Comunali di Verderio

Ai Consiglieri Comunali di Verderio

 

OGGETTO: Interrogazione in merito al decoro del Parco e della Villa Gallavresi, ripristino della sicurezza per salvaguardare l’incolumità dei cittadini che la utilizzano.


Il sottoscritto Orazio Vinci, Consigliere Comunale della lista civica “Cambia Verderio”, ai sensi degli artt. 29 e 31 del Regolamento del Consiglio Comunale, presenta al Sig. Sindaco la seguente interrogazione:

 

Premesso che:

L’Amministrazione Comunale, dopo un lungo periodo di ristrutturazione della Villa Gallavresi, in data 15 maggio 2019, ha ufficializzato l’apertura e l’accesso al pubblico del solo “parco” della suddetta villa, per il giorno 16 maggio 2019 in quanto:“Ultimati i lavori di manutenzione straordinaria, completata la predisposizione di nuovi servizi igienici, effettuata la manutenzione straordinaria dei giochi e la sostituzione di due tavoli, predisposta l’apertura e chiusura automatica dei due cancelli”;

L’accesso al parco di Villa Gallavresi è stato predisposto dalle ore 07.30 alle ore 22.00 attraverso sistema di automazione dei due cancelli ivi presenti, con pulsante apertura cancello d’emergenza dall’interno;


All’interno della Villa è presente un parco giochi, utilizzabile dai bambini e dalle famiglie;

Il parco risulta allestito con diverse telecamere che permettono la registrazione di qualsiasi evento, evidenziando che l’area è sorvegliata, così come si evince dai cartelli esibiti fuori dalla villa da parte del Comune di Verderio;

E’ stata costruita di recente una scala antincendio con corridoio posta all’esterno dell’edificio;

Lo scrivente, dopo aver preso parte al Consiglio Comunale ed essersi intrattenuto a parlare con altri componenti della Lista Civica Cambia Verderio fuori dalla palestra della Scuola primaria Collodi, in data 17 giugno c.a. alle ore 23.20 circa, transitando a piedi in via dei Municipi in direzione via Roma di Verderio, veniva avvicinato da un uomo, il quale cercava il proprio figlio per farlo rincasare.

L’uomo cosciente e certo di ritrovare suo figlio all’interno della Villa, mi invitava ad aiutarlo e veniva da me accompagnato sul retro della stessa.

Il nostro accesso alla Villa Gallavresi, veniva favorito dal continuo passaggio di ragazzi che, abusando del pulsante d’emergenza, permettevano che il cancello d’ingresso della Villa restasse a lungo aperto.

Attirato da un forte vocio giovanile, decidevo di proseguire il sopralluogo all’interno della Villa, constatando che nel retro, vi era la presenza di una quindicina di ragazzi di ambedue i sessi, presumo anche minorenni, intenti ad urlare, giocare, fumare e bere, i cui volti non si riuscivano a vedere, a causa della scarsa e/o totale assenza d’illuminazione.

Successivamente transitava a piedi in via Dei Municipi, anche il Consigliere di maggioranza, sig.re Alessandro Origo, il quale veniva invitato a sostare con il sottoscritto all’interno della stessa, appurando effettivamente che sul retro, vi era una vera e propria compagine di giovani che bivaccavano.

I giovani, allarmati della nostra presenza, alle ore 23.45, lasciavano la villa, transitandoci davanti;

Il cancello automatico della Villa si chiudeva alle ore 23.50;


Considerato che:

La Villa Gallavresi è di proprietà dell’ente comunale ed in quanto tale rientra nei provvedimenti di tutela patrimoniale, come indicato dal codice dei beni culturali e dal paesaggio D.lgs n. 42 del 22 Gennaio 2004;

Ai sensi del suddetto D.lgs il Comune è tenuto a garantirne la protezione e la conservazione a fini di pubblica fruizione;

Il parco è frequentato negli orari diurni dalle famiglie, dai bambini e dagli anziani per trascorrere il loro tempo libero e socializzare;

Il pulsante d’emergenza di apertura dei cancelli è collocato in una posizione tale da consentirne paradossalmente a chiunque l’utilizzo anche dall’esterno della Villa;

Il parco non è dotato di un sistema di videosorveglianza appropriato, nonostante la presenza di diverse telecamere e la segnalazione esterna di un cartello in cui si evince che l’area è videosorvegliata e che la registrazione è effettuata dal Comune di Verderio per le finalità istituzionali di tutela del patrimonio pubblico, sicurezza urbana , polizia giudiziaria, polizia amministrativa a ausiliaria di P.S.;

L’illuminazione è insufficiente ed inadeguata, in quanto l’intero parco nelle ore notturne risulta buio ed oscuro, agevolando coloro che senza alcuna autorizzazione decidono arbitrariamente di accedere all’interno;

La struttura della nuova scala antincendio risulta inadeguata e poco sicura, facilmente accessibile dall’esterno grazie alle importanti fessure lasciate dal costruttore, che permettono di schiacciare il maniglione antipanico, garantendo così un buon nascondiglio ed un covo per coloro che vogliono rimanere indisturbati durante le ore notturne.

Lo scrivente effettuava un sopralluogo nelle prime ore del mattino del 18 giugno c.a., appurando l’imbrattamento del muro della facciata retrostante l’edificio con urina e/o altro, rifiuti lasciati sopra i tavoli ed altri sparsi su tutto il parco, come da fascicolo fotografico sottostante:


-  a causa di questi incivili comportamenti, gli operatori ecologici del comune devono spesso intervenire per la pulizia e garantire il giusto decoro che la Villa ed il suo Parco meritano;

-  si sono verificati già altri casi di vandalismo, così come segnalato nell’occasione dal Consigliere di Maggioranza, nonché Sindaco uscente della precedente amministrazione, Alessandro Origo e dalla stampa locale, (leggasi recenti articoli di giornale del Merate Online dal titolo “ Verderio: Villa Gallavresi nel mirino dei bulli, scritte, sporcizia e battibecchi con il sindaco” o articolo del giornale di Lecco dal titolo “ Vandalismi a Villa Gallavresi”);

-  medesima interrogazione fu presentata dai gruppi consiliari “VERDERIO CAMBIA” e “UNITI PER VERDERIO” nel marzo del 2018.

Si CHIEDE al Sindaco e agli assessori competenti:

-  se si provvederà allo spostamento del pulsante interno che permette facilmente l'ingresso non autorizzato al parco della Villa;

-  se si intende provvedere alla realizzazione di un adeguato sistema di videosorveglianza utile che rispecchi le caratteristiche e le priorità di quanto indicato dal cartello esposto dal Comune all’ingresso della Villa Gallavresi;

- se è intenzione rimodulare l’impianto di illuminazione, in modo che il parco della Villa, risulti interamente visibile dall’esterno;

-  se è intenzione modificare la griglia della porta della nuova scala antincendio;

- i motivi per cui nonostante si fosse già a conoscenza di tale comportamento e nonostante le ripetute segnalazioni e interrogazioni pervenute dai precedenti Gruppo Consiliari di minoranza, non si è mai fatto nulla;

- i costi che il Comune ha dovuto fronteggiare per ripristinare il decoro della villa e del parco dagli atti vandalici passati;

quali iniziative codesta Amministrazione intende intraprendere per porre fine a questi incresciosi episodi.

 

Distinti saluti.

Orazio Vinci
Consigliere comunale ''Cambia Verderio''
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco