Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.853.154
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Martedì 18 giugno 2019 alle 14:16

Decreto Crescita, sì all’emendamento arriva il Commissario straordinario per le viabilità Lecco - Sondrio

Roma, 17 giugno – “Grazie ad una norma fortemente voluta dalla Lega e approvata questo pomeriggio  alla Camera, entro due mesi dalla conversione in legge del Decreto Crescita, che avverrà tra pochi giorni, dovrà essere nominato un Commissario straordinario che si occuperà della progettazione, dell'affidamento e dell'esecuzione degli interventi necessari per la tratta Lecco-Sondrio lungo la SS 36 in gestione all' ANAS e per la SP 72 e la ex SS 639 Lecco-Bergamo in gestione alla provincia di Lecco”.

Lo dichiarano soddisfatti i senatori lecchesi della Lega Paolo Arrigoni e Antonella Faggi, che avevano iniziato a lavorare alla norma già con il decreto Sblocca Cantieri, riproposta ora nel primo iter legislativo tecnicamente utile, nonché i deputati Giulio Centemero, Roberto Paolo Ferrari e Ugo Parolo, a cui si unisce anche il commissario provinciale di Lecco Stefano Parolari.

“Per essere chiari e trasparenti verso i cittadini lecchesi è giusto ricordare che, a differenza di un ordine del giorno che rappresenta un impegno non vincolante per il Governo, l’approvazione di un emendamento ha efficacia di legge”, spiegano i cinque parlamentari. “Le chiacchiere e le attribuzioni di merito di questi giorni all’On. Fragomeli, nel cui ordine del giorno non c’era nemmeno traccia della Lecco-Bergamo, sono quindi del tutto prive di fondamento”.

“I poteri di una figura commissariale garantiranno finalmente le risposte che il territorio lecchese chiede da troppi anni”, continuano i parlamentari della Lega. “I ripetuti interventi manutentivi sulle varie gallerie della SS 36, le frequenti cadute massi sulla carreggiata che hanno causato interruzioni di traffico come quella recente, lo stallo del lotto San Gerolamo e degli altri interventi di riqualificazione della Lecco-Bergamo, potranno essere affrontati dal Commissario con maggiore efficacia e con un programma di lavori a lungo termine”.

“Era necessaria una decisa svolta nel miglioramento e nella messa in sicurezza di arterie stradali fondamentali per il nostro territorio, e la nomina di un commissario è un primo passo concreto in questa direzione”, concludono.
Lega
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco