Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.854.634
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Lunedì 20 maggio 2019 alle 12:49

Mandic: al corso di chirurgia a Napoli, il dr. Confalonieri spiega la tecnica TEP

C'era anche il Mandic alla tre giorni di corso organizzata dalla società italiana di chirurgia (tra le più prestigiose e storiche del Paese) che si è svolta a Napoli e che si è concentrata sulla chirurgia della parete addominale.
Tra i relatori il dottor Marco Guido Confalonieri, attuale primario facente funzione al Mandic, affiancato dal dottor Andrea Locatelli, anch'egli in forze presso la medesima struttura.

Il dottor Marco Confalonieri e il dottor Andrea Locatelli

Una presenza che è servita non solo per relazionarsi con altri professionisti provenienti da tutte le parti d'Italia e del mondo ed entrare così in rete per poter avviare un confronto e uno scambio di conoscenze, ma anche per illustrare, quantomeno per la parte meratese, la tecnica mini-invasiva per le ernie inguinali (TEP - Totally Extra Peritoneal), procedura che sono in pochi a praticare.
Il dr. Marco Confalonieri, infatti, che aveva già partecipato alla prima edizione del corso in qualità di docente della scuola (che ha come direttore il dr. Pietro Maida), è stato tra i relatori alla prima giornata, illustrando il "caso" meratese, presentando tecnica e casistiche e mettendo a disposizione dei discenti quanto appreso negli anni di formazione con il dottor Rebuffat e poi perfezionato col tempo direttamente in sala operatoria.

Scopo di questi incontri (che vedono anche una parte pratica su modelli vivi e cadaveri) è proprio quello di mettere in comune il sapere per poter formare chirurghi in grado di operare su tali casistiche, all'apparenza semplici ma in realtà insidiose con possibilità di recidive. E il confronto con i "colleghi" diventa così fondamentale.
L'audizione del dottor Confalonieri con l'esposizione dell'esperienza meratese ha raccolto l'interesse e la curiosità di diversi specializzandi che hanno chiesto di poter assistere ad interventi con tale tecnica mininvasiva per poter far pratica e specializzarsi.
Confermando dunque le piccole grandi eccellenze del Mandic che raccolgono consensi e favori oltre i confini della provincia.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco