Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.498.705
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Martedì 14 maggio 2019 alle 12:59

Valletta: rendiconto ''dei servizi'' dell'Unione Critiche su alcune voci di spesa di S.Maria

La scorsa settimana i consigli di La Valletta Brianza e Santa Maria Hoè prima e dell’Unione poi sono stati chiamati ad approvare il rendiconto 2018 e le conseguenti variazioni al bilancio di previsione. Per l’Ente sovracomunale l’avanzo è risultato pari a circa 360.000 euro, di cui 81.000 euro “accantonato” e 249.000 euro “vincolato”, così come analiticamente illustrato dal Presidente Roberta Trabucchi che ha poi passato in rassegna alcuni servizi etichettati come “il cuore pulsante” dell’offerta garantita ai cittadini delle due municipalità. Citati, nel campo del sociale, i progetti di welfare di comunità e dunque la custodia sociale ma anche opportunità aggregative come il Caffè degli Anti, supportate dall’Unione in un “gioco di squadra” con le altre realtà e dunque con la parrocchia e le associazioni. Ha parlato poi di un “palinsesto culturale di una certa varietà” il Presidente, ricordando come le iniziative siano arrivate a coprire l’intero arco dell’anno.  Rimarcata altresì la scelta di sostenere tutte le associazioni, con contributi mirati, anche quelle sportive nonché gli sforzi per proposte di conciliazione vita-lavoro come il centro estivo Fantasia oppure ancora le risorse destinare agli oratori per i CRE. Inseriti infine nell’elenco – completato poi da Efrem Brambilla snocciolando anche alcune opere – progetti quali Util’Estate e lo Spazio Salute.
Tornando invece ai numeri, Trabucchi ha presentato poi per grandi temi la variazione di bilancio imposta, per complessivi 359.000 euro, a cominciare dall’applicazione di circa 30.000 euro di avanzo per una manutenzione straordinaria al palazzetto intercomunale dello sport, in aggiunta alla già programmata ri-pavimentazione. Un’infiltrazione d’acqua lungo una parete dovrà infatti essere “sanata” prima di procedere alla posa del parquet prevista al termine delle attività sportive.
Non arriveranno, invece, i 110.000 euro immaginati quali contributo statale per sostenere il primo lotto di lavori che interesseranno la scuola di viale Montegrappa.  “Siamo potenziali beneficiari ma non siamo finanziati” ha detto la Presidente, annunciando come l’intervento sarà comunque garantito con risorse proprie di La Valletta.
Passando a Santa Maria, come spiegato dal sindaco Efrem Brambilla, 36.000 euro saranno destinati alla scuola elementare, per il rifacimento delle tapparelle e 18.00 euro serviranno per l’ascensore alla materna.
Messi in bilancio altresì 21.000 euro a copertura dell’Iva di un eventuale finanziamento da 100.000 euro chiesto attraverso un bando GAL volto alla valorizzazione del territorio in riferimento al rifacimento su via del Bordeà con la sistemazione anche dei muri a secco, dettaglio che – in consiglio comunale – ha spiazzato il consigliere d’opposizione Roberto Corbetta, trattandosi di proprietà privata. Criticati altresì i 20.000 euro inizialmente indicati dal sindaco come destinati alla sistemazione di due porte – per ragioni di sicurezza – in municipio, con la puntualizzazione poi relativa a altre manutenzioni inserite in quella voce di spesa.
Al consiglio dell’Unione sono stati invece i delegati la La Valletta Brianza ha storcere il naso dinnanzi ai 20.000 ero messi a bilancio da Brambilla quale soglia massima da destinare alla realizzazione di un servizio WI-FI gratuito in alcune zone frequentate del paese, dalla piazza alla pista d’atletica. Una proposta ormai superata dall’evoluzione tecnologica, secondo alcuni consiglieri. Un modo per rispondere a una esigenza avvertita dalla popolazione secondo invece il proponente, impegnato anche ottenere risorse per la sp58, in tandem con la Provincia.
La variazione, come già il rendiconto, in Unione è stata votata all’unanimità. A Santa Maria i due punti sono passati invece con l’astensione della minoranza.
A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco