Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.545.202
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Lunedì 04 febbraio 2019 alle 19:37

Merate: Suor Giovanna Maria, ex dipendente comunale, festeggia 25 anni di consacrazione nella clausura di Lodi

Il prossimo 19 marzo Suor Giovanna Maria, all'anagrafe Rosanna Airoldi, festeggerà 25 anni di consacrazione nell'ordine delle carmelitane scalze di Lodi.


Se il suo nome da religiosa a tanti potrà non dire molto, di certo quello di battesimo sono moltissimi a ricordarlo e ancora più ricorderanno la sua presenza negli uffici di Villa Confalonieri, dove aveva sede il comune di Merate e dove Rosanna ha lavorato per una ventina d'anni in segreteria.

Con Giovanni Paolo II

Nativa del castello Ganzana di Paderno, classe 1953 in realtà Rosanna è vissuta con mamma Giulia, papà Giovanni e il fratello Gino a Merate, nella dépandance di Villa Subaglio. Dopo aver fatto per un certo periodo il tornitore, il papà aveva cambiato mestiere e si era "lanciato" nella gestione del bar Mentin di Viale Verdi. Fino al 1980 la famiglia ha vissuto in città per poi trasferirsi a Robbiate.

La benedizione natalizia con i dipendenti comunali nel 1977, sindaco il cavalier Giuseppe Ghezzi

Dopo le magistrali all'istituto Dame Inglesi Rosanna aveva trovato impiego in comune in segreteria, ruolo rivestito dal 1971 fino al 1992, anno del grande cambiamento. Nel 1991, infatti, Rosanna partecipa a un pellegrinaggio a Medjugorje e lì qualcosa in lei cambia.

Con mamma Giulia e papà Giovanni

Tramite una conoscenza viene in contatto con le carmelitane scalze di Lodi e il 19 marzo 1992 entra nell'ordine. Due anni dopo, sempre lo stesso giorno, professa i voti perpetui e da quel momento Suor Maria Giovanna dello Spirito Santo sposa definitivamente lo stato di clausura. Una scelta che, a chi le domandava spiegazioni, tra cui i genitori che male avevano digerito la sua decisione, suor Maria rispondeva "Per capirlo bisogna essere chiamati e provarlo". Un regime molto austero quello delle religiose di questo ordine, votato alla preghiera e alla meditazione, e che possono uscire dalle mura del convento solo per votare e per cure ospedaliere.

Dall'album di famiglia

Il prossimo 19 marzo alle ore 17.30 ci sarà la Messa solenne presieduta da Mons. Maurizio Malvestiti vescovo di Lodi e per l'occasione sarà possibile per qualche minuto incontrare Suor Maria Giovanna. Un incontro che da Merate saranno in tanti a voler vivere, ricordandola come collega di lavoro per i corridoi di Villa Confalonieri o come semplice cittadina, conosciuta e stimata in parrocchia sia a Merate che a Paderno.

L'immagine scelta e stampata sui biglietti di invito alla celebrazione del 19 marzo

S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco