Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 305.971.880
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Mercoledì 30 gennaio 2019 alle 17:44

Agopuntura/2, prof.Sacchini: La mia esperienza è positiva

Caro Signor Brivio,

Sono contento della sua lettera. Ogni articolo che si rispetti deve suscitare reazioni, positive o negative non conta, ma reazioni.

Sono cresciuto con la rigidità scientifica della “evidence base medicine” , su cui si basa la nostra medicina tradizionale nello stabilire il gold standard nella diagnosi e nella cura dei nostri pazienti.

La medicina “complementare” si e’ piu’ basata su risultati anedottici che hanno, a torto o a ragione, guidato questa pratica di cura nei secoli. La critica della medicina tradizionale ha sempre fatto perno sulla mancanza di dati statistici per contestare questa pratica medica e paramedica.

Nel corso degli anni con grande soddisfazione la medicina complementare si e’ organizzata per fare ricerca con una produzione scientifica degna di rispetto, e comunque non minore rispetto alla medicina tradizionale. Gli “agopuntori” sono diventati sempre piu’ elettrofisiologi. Gli omeopati sempre di piu’ farmacologici. Naturalmente non sempre, ma questo dipende dalla professionalita’ e preparazione degli operatori, come del resto accade nella medicina tradizionale.

Nella vita ho imparato a non avere preconcetti, ma ad essere analitico e scientifico su quello che osservo o mi chiedono di valutare, e non accetto compromessi apparizioni di immagine.

La mia esperienza di medicina complementare nell' "ospedale piu” importante nel mondo per la cura dei tumori" e’ sicuramente positiva anche per i bravi professionisti e ricercatori che ne fanno parte.

 

Non giudicherei mai una “piccola Istituzione”, come quella citata di Oslo, poco scientifica o riduttiva.

Basterà pensare all”eccellenza del nostro ospedale meratese, anche se piccolo e sperduto nel contesto dell’intero mondo.

 

La produzione scientifica sulla medicina complementare la può trovare su numerosi “peer reviewed papers” in PUBMED.

 

Tanti cari saluti
Prof. Virgilio Sacchini
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco