Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 320.108.394
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 30/11/2019

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Sabato 11 dicembre 2010 alle 16:15

Olgiate: riconoscimenti a chi ha promosso la conoscenza della storia e la cultura del paese

Due civiche benemerenze e una speciale "borsa di studio" sono state consegnate nella serata di venerdì 10 dicembre nella sala consiliare di Olgiate Molgora, in una seduta particolare e decisamente più affollata del consueto. Premiati dall'amministrazione sono stati il dottor Claudio Ponzoni, per la realizzazione di un filmato sulla storia della parrocchia di Olgiate, gli autori Massimo Cogliati e Lorenzo Brusetti per la ricerca storica tradotta in volumi su diversi aspetti della vita sociale di Olgiate e Gianni Mangione, compianto promotore culturale che ha dedicato la sua vita alla musica.

Da sinistra Alessandro Brambilla, Federico Guzzi, don Giancarlo Cereda, Massimo Cogliati, don Ferruccio Crotti, Claudio Ponzoni, Mauro Mangioni, Elisa Mandelli e Isabella Lavelli


Il dottor Claudio Ponzoni, noto ricercatore di tradizioni locali e promotore di serate ed eventi sulla storia del nostro territorio in diversi paesi del meratese, ha ricevuto dalle mani del sindaco Alessandro Brambilla un certificato di pubblico riconoscimento per la ricerca e la valorizzazione della storia locale da lui promossa.

Il dottor Claudio Ponzoni riceve il riconoscimento


Il dottor Ponzoni ha mostrato al pubblico presente uno spezzone del "racconto per immagini" che racconta i 40 anni di esistenza della parrocchia dedicata a Maria Madre della Chiesa, che offre uno spaccato di vita sociale e della storia del paese raccontandone i costumi e i protagonisti, in un formato multimediale e interattivo particolarmente fruibile dalle nuove generazioni e dedicato a tutte le famiglie. La storia della parrocchia di Olgiate è ripercorsa dalla sua nascita come "capannone" negli anni Settanta, fino alla prima Messa nel 1979 seguita dalla costruzione dell'oratorio, la cui prima sala è stata inaugurata nel 1984 dall'allora sindaco Renato Cogliati. Matrimoni e battesimi, religiosi e amministratori, volti e tradizioni di Olgiate ricorrono nell'opera che vede nel dottor Ponzoni il suo principale promotore.

VIDEO:



Le civiche benemerenze consegnate dall'amministrazione sono invece una "tradizione" di Olgiate, ora a cadenza biennale e in base alle segnalazioni presentate da tutti i cittadini. "Sono 25 quelle già consegnate, e per quelle di quest'anno sono giunte ben 21 segnalazioni" ha spiegato il sindaco.
La prima benemerenza, con la consegna di un medaglia e di una pergamena di riconoscimento, è andata ai ricercatori e autori di numerose pubblicazioni sulla storia del paese Lorenzo Brusetti e Massimo Cogliati. Nel leggere la motivazione, il sindaco ha messo in evidenza "il grande valore storico e culturale che Olgiate Molgora deve riconoscere con stima e ammirazione ai due autori per le tante opere da loro curate, tutte volte ad evidenziare e documentare gli aspetti della vita, delle realtà e della storia del paese. La competenza, la capacità documentativa, la preparazione culturale, unite alla passione per la ricerca senza limiti di tempo e di sacrificio, hanno portato ad un ciclo di opere facenti parte della collana "Olgiate Pagine di Storia", che consentono una lettura delle vicende storiche dei nostri luoghi. Dalle loro opere emerge infatti la volontà e la capacità di rileggere e far conoscere il passato della nostra comunità per capirne il presente. Opere quindi, di interessante e stimolante lettura che lasciano una memoria e che creano un debito di riconoscenza verso gli autori".

Massimo Cogliati ritira il premio dal sindaco e l'assessore Isabella Lavelli


Massimo Cogliati, originario di Monticello, ha a sua volta ringraziato l'amministrazione comunale e Don Giancarlo per la collaborazione nel reperire i materiali per la pubblicazione dei vari volumi. "È anche grazie alla loro passione se questo è stato possibile. Ringrazio poi le realtà associative di Monticello e Mondonico, dove ho vissuto uno dei momenti più emozionanti dell'intero lavoro quando abbiamo rivenuto gli affreschi della chiesa di San Biagio".
L'altra civica benemerenza è stata conferita alla memoria di Gianni Mangione, indimenticato promotore culturale e fondatore dell'associazione "Italian Blues River". "Ha speso la sua intera vita in favore della promozione culturale, in particolare della musica e del blues" ha ricordato l'assessore alla cultura Isabella Lavelli.

Con il sindaco Franco Lo Monaco, Elisa Mandelli e Mauro Mangione


"La sua attività era estesa a tutta la Lombardia ma di particolare rilievo sono state le iniziative promosse nel nostro territorio, impegnandosi in prima persona per promuovere la cultura musicale come bene che deve essere alla portata di tutti. Molte sono state le iniziative organizzate in questi anni ma occorre ricordare in questa sede, in particolare, tre iniziative promosse in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Olgiate e che hanno portato nel nostro comune artisti di fama internazionale: un blues per lo Sri Lanka (2005), Roberto Ciotti e Daniele Magli in concerto (2008) e Bob Brozman, king of the national guitar. Con il suo carattere solare e travolgente, ha saputo tradurre in un impegno concreto l'idea che la cultura rappresenti un diritto. Per questi motivi l'assegnazione della civica benemerenza a Gianni Mangione rappresenta il giusto riconoscimento ad una vita spesa per la musica, disinteressatamente e senza un tornaconto economico, affermando altresì il valore sociale e civico della promozione di attività culturali sul territorio".


L'attuale presidente dell'associazione Italian Blues River Franco Lo Monaco ha voluto sottolineare come "Ii suo entusiasmo abbia lasciato un segno nelle persone con cui ha collaborato. Portiamo avanti la sua opera, ma nessuno sarà mai come lui". La benemerenza è stata ritirata dal fratello Mauro e da Elisa Mandelli.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco