Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 392.944.931
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/05/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Lunedì 14 aprile 2014 alle 08:12

Valgreghentino: il 23 presentazione del libro su Don Achille Bolis

In occasione del 25 aprile e a 70 anni dalla sua morte sarà presentato a Valgreghentino il libro “A Milano è morto l’arciprete”, sulla vita del calolziese Don Achille Bolis. L’appuntamento è per mercoledì 23 aprile alle ore 20.45 presso il Circolo Arci Cà del Diaul di Via Fratelli Kennedy 46.
Saranno presenti le autrici del libro Enrica Bolis e Clara Tacchi, e il vicario parrocchiale di Calolziocorte Don Matteo Bartoli. Con le testimonianze di Maria Cattaneo e Franco Rigamonti, famigliari di deportati nei campi di sterminio.
Don Achille Bolis era nato a Calolziocorte il 14 ottobre 1873 e dal gennaio del 1931, dopo essere stato in altre località della regione, era stato assegnato alla parrocchia nativa.
In seguito a una delazione il sacerdote fu arrestato la notte tra il 21 e il 22 febbraio 1944. Furono presi con lui, un altro sacerdote don Tommaso Rota, il medico Oscar Zanini e un impiegato comunale di nome Ferrario. Dopo un primo, brutale interrogatorio il 23 febbraio gli arrestati furono tradotti a Milano, e, dopo una penosa attesa, rinchiusi nel carcere di San Vittore dove morì.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco