Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 344.273.658
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 07/07/2020

Merate: 16 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Sabato 20 gennaio 2001 alle 17:13

AIRUNO: SPOSTAMENTO IN VISTA PER IL MERCATO? LA MINORANZA SI INTERROGA
 

Il mercato del paese è a rischio di spostamento. Secondo voci insistenti di paese, raccolte dalla minoranza di «Airuno Aizurro insieme», la maggioranza di Marco Fiala starebbe infatti valutando la possibilità di trasferire le bancarelle che vengono allestite dagli ambulanti ogni mercoledì dal centro del paese al parcheggio antistante al cineteatro Smeraldo, proprio dietro alla nuovissima rotonda della strada statale.
L'argomento, che certo interessa tutti gli abitanti del paese, è stato affrontato con toni polemici sull'ultimo numero di «Informairuno», curato dal gruppo di minoranza.
«Non vi è nulla di certo » ha voluto puntualizzare Enrico Acquati, capogruppo della minoranza. E infatti, non esistono né atti né documenti che riportino per iscritto l'intenzione che viene attribuita alla maggioranza. Si tratta soltanto di voci, che comunque possono essere confermate dagli stessi ambulanti che partecipano ogni settimana al mercato del paese. «Secondo noi - ha dichiarato Acquati - trasferire il mercato dal centro del paese al parcheggio significa portare Airuno verso un ulteriore svuotamento. La nuova collocazione , proprio di fronte all'oratorio, certamente non favorirà i commercianti, che invece ogni mercoledì possono beneficiare della presenza delle bancarelle che portano in paese molte persone e che quindi possono essere maggiormente invogliate a fare acquisti anche in altri esercizi commerciali. Inoltre, è facile ipotizzare che lo spostamento non andrebbe neppure a vantaggio degli stessi ambulanti. Raggiungere il centro del paese è una cosa; entrare in paese e poi arrivare al parcheggio dell'oratorio, è un altro discorso».
Risposte certe da parte degli amministratori, la minoranza potrebbe comunque ottenerle già nel prossimo consiglio comunale, che verrà presumibilmente convocato entro la fine del mese. Le minoranze stanno infatti vagliando la possibilità di presentare un'interrogazione scritta.
«Ciò che infastidisce - scrivono sul giornalino - è che il provvedimento non terrebbe in considerazione l'opinione dei cittadini, figuriamoci degli operatori sullo spostamento in quell'area tra via dei Nobili e via Vittorio Emanuele Sembra quasi che si voglia svuotare il centro storico e quindi le trazioni e le persone che le vivono. E' vero che altri comuni si sono comportati allo stesso modo (si ricordi al proposito il lungo dibattito che è nato a Lecco proprio in seguito allo spostamento del mercato), ma è anche vero che in altre realtà si è pensato di puntare sui mercati per animare il centro storico».
Malacoda
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco