• Sei il visitatore n° 505.732.714
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 21 agosto 2010 alle 09:52

Lettera di Gedeone Baraldo

Egregio Direttore,

in riferimento al Suo articolo odierno che mi riguarda, Lei sa bene che non mi sono mai negato al Suo Giornale, né a Lei personalmente, né tanto meno ai Suoi collaboratori, considerando anche che comunque avete usato il mio n. personale di cellulare senza chiedermelo. Anzi ho sempre risposto anche se avete scritto che a Merate non ci sono perché sono a Lecco, e quando non sono a Lecco sono in Regione.

Ora però, dopo quello che da due mesi scrivete su di me, tralasciando alcuni interventi pubblici contrari alla Sua Linea Editoriale, di parte, mi permetta, come persona "Pubblica" che però è anche una "Persona", alla educata domanda della Sua Collaboratrice "Posso chiederLe due cose?" come niente fosse successo, candidamente, ho risposto che aspetto le Sue scuse. Non come Direttore Medico, per cui non mi sottraggo di certo ai miei doveri istituzionali, ma sul piano umano, proprio in quanto persona. Secondo le buone abitudini, per le quali si chiede permesso, per favore e si ringrazia, come quando, per restare in tema ospedaliero, si ringraziano i Medici e gli Infermieri, per averci curato bene, con premura e attenzione, al di là del semplice dovere istituzionale. In quanto "Persona" che ha il diritto alla verità, a quel "pezzo di verità" che Lei e la Sua Linea Editoriale tralasciate, a favore delle Vostre tesi di attacco alla Linea dell'Azienda Ospedaliera che rappresento.

Dopo questo necessario chiarimento non mancherò di essere disponibile, come sempre, quando Lei avrà bisogno delle informazioni "Pubbliche".

Saluti e ringraziamenti per la cortese attenzione, e grazie per lo spazio se vorrà pubblicare,

 

Gedeone Baraldo

 

Egr. dr. Baraldo
Francamente non sono riuscito a cogliere il senso del Suo scritto. Attendo quindi di conoscere il "pezzo di verità" che tralasciamo, rassicurandola che avrà tutto lo spazio che Le serve (esattamente com'è accaduto quando ci inviò il suo curriculum). Quanto alla nostra "linea" essa è sempre stata coerente negli anni: non "contro" l'Azienda ospedaliera ma a favore del San Leopoldo Mandic. E, sia pure con le nostre modeste competenze, daremo conto senza esitazione alcuna, delle decisioni che Lei assumerà. A favore o contro il 'nostro' ospedale.

C.B.
.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco