• Sei il visitatore n° 505.836.306
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 11 febbraio 2012 alle 18:27

Storia: da filanda a industria, il museo dagli anni 50

Il Civico Museo della Seta Abegg di Garlate nasce da un'idea promossa negli anni Cinquanta da Carlo Job, dirigente del gruppo Abegg e membro della famiglia che aveva la sua dimora nell'attuale palazzo comunale del paese. La struttura originaria del museo risale al 1700, e fu poi ampliata nel 1841 con la costruzione della strada (attuale Statale) che separava la casa della famiglia Abegg (il palazzo comunale di oggi) dalla filanda. L'attività continuò fino ai primi anni Trenta del Novecento con successivi aplimenti, per poi riprendere nel 1934 con la lavorazione della seta. Dal 1951 l'attività si è trasformata in quella di produzione di macchinari per la lavorazione della seta ed è nato un primo nucleo del museo dedicato alla tecnologia utilizzata nella lavorazione, visitato inizialmente da scuole tecniche di tutta Europa. L'attività industriale è poi cessata negli anni Settanta.
Donato nel 1976 al comune, il museo conserva una serie di bacinelle per la trattura del filo da seta sia di tipo artigianale ('700 e '800), sia industriale. Sono inoltre presenti attrezzi artigianali per l'allevamento del baco da seta e le fasi successive alla trattura, la torcitura in particolare, con un grande filatoio in tondo della prima metà dell' 800. Dal 2004 è chiuso al pubblico e parte del materiale rischia di andare perduto. L'obiettivo del progetto attuale è quello della riapertura entro l'autunno 2013.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco