Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 306.026.718
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:52

Terremoto: all'Istituto Comprensivo di Brivio arrivano i VVF. Evacuati anche gli studenti meratesi. Registrate altre scosse

Avvertito chiaramente in tutto il Nord Italia, il terremoto di questa mattina ha creato non poca preoccupazione anche nel lecchese con edifici evacuati e cittadini preoccupati scesi in strada. Tra gli Istituti scolastici in cui è scattato l'ordine di abbandonare le aule, sono stati segnalati l’Istituto comprensivo di Merate e quello di Brivio.

Immagini riferite all'evacuazione dell'Istituto comprensivo di Brivio

Nel primo caso, gli studenti hanno lasciato ordinatamente le classi per radunarsi all’esterno della struttura. Il tutto è durato però soltanto una ventina di minuti: valutato infatti l’essenza di elementi che potessero mettere in pericolo i ragazzi, si è deciso per la ripresa della normale attività scolastica.

Ben più lunga, invece, l’interruzione delle lezioni alle scuole elementari e medie di Brivio. Anche qui, nei minuti immediatamente successivi alla scossa sismica, tutte le classi hanno messo in atto, egregiamente, le manovre previste, abbandonando così le aule e radunandosi nel parcheggio antistante il plesso scolastico.

VIDEO


Allertati dalla dirigente scolastica Anna Maria Marzorati, sul posto sono poi giunti i tecnici comunali, l’assessore Romeo Sala e una squadra dei Vigili del Fuoco di Merate per le verifiche del caso. Il sopralluogo ha permesso di dichiarare, senza dubbi, perfettamente agibile il plesso scolastico. I tecnici hanno provveduto poi a fotografare e “mappare” alcune crepe riscontrate in alcuni locali ma risultate essere chiaramente precedenti all’evento sismico odierno e comunque superficiali.

“Diciamo che si è trattato più che altro di una mia paturnia” – ha affermato la preside che ha anche parlato di una “preoccupazione personale”. “Ho chiesto una supervisione della struttura per dare anche a me la necessaria tranquillità nel rientrare” ha infatti proseguito ricordando come, una volta lanciato l’ordine di evacuazione, sia il dirigente scolastico stesso a doversi assumere la responsabilità di far tornare all’interno della scuola gli studenti e il personale.

“L’evacuazione ha fornito l’occasione per rammendare a bambini e ragazzi le norme di comportamento in caso di terremoto”. Una volta rientrati nell’istituto, tutti gli alunni sono stati quindi condotti nella capiente sala mensa dove i vigili del fuoco di Merate hanno spiegato loro la situazione e le essenziali norme di sicurezza in caso di scosse sismiche. “Penso che i ragazzi avranno un ricordo positivo della giornata” ha infine concluso la professoressa Marzorati, rassicurando dunque anche i genitori preoccupati per eventuali traumi dei loro figli.

Secondo l’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia, il terremoto avvertito anche nel meratese poco dopo le 9 di questa mattina ha avuto il suo epicentro in provincia di Reggio Emilia. La scossa, di magnitudo 4.9 è stata infatti localizzata dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico Pianura_padana_emiliana ad una profondità di 33.2 km.

Alla prima scossa delle 9.06 ne sono poi seguite altre due, di intesità minore, nella medesima zona, rispettivamente alle 9.24 e alle 10.02. Già nella notte, scosse di lieve entità erano state registrate nell’area delle prealpi venete. Con magnitudo 4.9, la scossa delle 9.06 è comunque stata la più intensa.
Per ulteriori informazioni: http://cnt.rm.ingv.it/
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco