Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 429.892.108
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 21 ottobre 2021 alle 15:19

Ist. Viganò, un gruppo di genitori: perchè devono pagare tutti e non chi avrebbe dovuto vigilare?

L'istituto Viganò di Merate
Siamo un gruppo di genitori dell'Istituto Viganò e - ancora prima di leggere l'articolo su Merate online in merito all' "ennesimo atto vandalico" - abbiamo ricevuto una circolare della Dirigente con la quale ci avvisava che "nel caso in cui fosse impossibile individuare i responsabili, i danni verranno addebitati alle classi".
Crediamo opportuno dar voce alla nostra indignazione. Per prima cosa chiaramente condanniamo l'atto vandalico in sé, a prescindere. Chiunque l'abbia compiuto.
Poi ci viene spontaneo dire: che vergogna, Signora Preside!
La scuola non è nuova a tali episodi ("ennesimo"), ma si fa cogliere ancora del tutto impreparata: "ora (solo ora?!?) i laboratori saranno tenuti sotto stretto controllo, con l'apertura solo nei momenti di lezione e sotto la supervisione dei docenti". Ci domandiamo: e prima? I laboratori che contenevano il prezioso materiale in uso all'Istituto, acquistato "con i contributi volontari delle famiglie" erano sempre aperti ed utilizzati senza sorveglianza alcuna?? E questo anche dopo gli atti vandalici del passato?
Inaudito e irrispettoso.
Prima di far pagare le famiglie, Signora Preside, o di incolpare i suoi ragazzi in toto, perché non prova a far pagare chi avrebbe (il condizionale è d'obbligo) il dovere di custodire il materiale dell'Istituto?
Troviamo inaudito che si lasci un'aula di informatica aperta e senza supervisione, tanto che qualcuno possa - in orario scolastico, con docenti e personale ATA presenti! - entrare e danneggiare ben 6 computer, smontandoli, sottraendone dei componenti, o prendendoli "a mazzate" senza che nessun adulto se ne accorga!
Non solo. Si legge che non si sa "quando possa essere successo". Davvero? Ma non esistono protocolli Covid tali per cui le aule comuni vanno igienizzate dopo l'uso, prima che entri un diverso gruppo classe? Forse le cose sono un po' cambiate ultimamente...ma almeno a fine mattinata, ci sarà pure qualcuno che igienizza aula e computer, no? Che dà almeno una veloce pulita all'aula? E 6 computer così malridotti si dovrebbero notare! Si dovrebbe sapere esattamente almeno in che mattinata è successo il tutto, ecco.
Ci dispiace molto, Signora Preside, innanzitutto per i nostri ragazzi che, ancora una volta, pagheranno tutti, indistintamente, le conseguenze dell'irrispettosità di pochissimi (Uno? Due? Al massimo quattro o cinque?). Ma soprattutto pagheranno per le manchevolezze degli adulti che si dovrebbero occupare di loro e della loro scuola, che sono i primi a fare una non bella figura, in tutto questo spiacevole episodio.
Un gruppo di genitori indignati
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco