Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 415.334.536
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 05 maggio 2021 alle 08:50

Caro Fedez

Caro Fedez, tralasciamo per un attimo che da testimonial di Amazon ha evitato accuratamente di rimarcare di come pochi giorni fa gli stessi sindacati hanno indetto uno sciopero contro le condizioni di lavoro presenti in questa ditta.
Tralasciamo pure che Lei ha sorvolato sul vero spirito della festa dei lavoratori non parlando di lavoro, o di altri temi di stretta attualià come il marcio che sta emergendo nella magistratura.
Mettiamoci pure, che infervorato dal momento, ha tralasciato di ricordare come agli esordi della sua carriera più di un testo era "abbastanza omofobo" o conteneva apprezzamenti tipo "tutti quei figli di cani, tu come li chiami, carabinieri e militari, io li chiamo infami, tutti quei figli di cani" (stessi militari che magari hanno vaccinato Lei e la sua consorte)
Bene, caro Fedez, Lei ha tutto il diritto di sostenere le leggi che vuole esattamente come milioni di italiani che la pensano in modo diametralmente opposto. Ognuno può amare chi vuole ma se crede che il matrimonio omosessuale (con relativo utero in affitto) debba essere uguale a quello eterosessuale, in tantissimi sono convinti del contrario e senza essere omofobi, razzisti, retrogradi, fascisti, nazisti e leghisti.
Caro Fedez, purtroppo ti sei uniformato a quell'auto-convinzione tipica della sinistra che si crede depositaria della verità assoluta, dove delegittimare il pensiero altrui senza contraddittorio è più semplice che far prevalere il proprio.
Milioni di Persone non vogliono l'approvazione del DDL Zan così come è strutturato, e se ne fregano dei Ferragnez, dello smalto "gay-friendly" e che votano diversamente da Lei.
Caro Fedez, la democrazia è questa. Candidati. Io rispetto la tua idea, ma Lei ha dimostrato di rappresentare un modo di essere che non tollera il mio diritto di pensarla diversamente.
Gustavo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco