Scritto Luned́ 14 settembre 2020 alle 10:21

Merate: ingressi ordinati e in sicurezza per i ragazzi delle superiori, trasporti 'regolari'

In questa prima giornata di avvio delle lezioni, i timori che al polo di via dei Lodovichi la situazione potesse “collassare”, in realtà non si sono verificati.
L'ingresso scaglionato delle classi nei due plessi ha fatto sì che gli arrivi fossero “distanziati” senza particolari affollamenti e dopo l'attesa all'esterno della scuola i ragazzi hanno potuto fare il loro accesso in aula, seguendo le indicazioni fornite con la cartellonistica.



Emozionati e intimoriti un po' dalla novità di questa avventura che inizia diversamente dal solito, i “primini” che hanno ricevuto un'accoglienza particolare dalle due scuole che li hanno voluti attendere ad un orario diverso, dopo l'accesso dei più grandi in aula, così da dar loro qualche istante per ambientarsi. La maggior parte si è detta felice di poter finalmente rimettere piede in una scuola, dopo il periodo forzato di lezioni a distanza. La voglia di ritrovare gli amici, di stare assieme e di crescere in classe in un percorso di studi ha prevalso su quella di “approfittare” delle lezioni a distanza per ridurre l'impegno, come è successo a tanti.



Un desiderio ancora più marcato nei ragazzi di quinta che hanno “perso” un anno con i compagni e ne avranno solo un altro da trascorrere assieme. Per loro, poi, la maturità post covid non sarà semplice e l'impegno che dovranno metterci probabilmente sarà maggiore per colmare quanto non portato a termine in presenza durante questo 2020.

Soddisfatti i docenti che nonostante i timori di questa mattina hanno però visto ingressi ordinati e ragazzi disciplinati, tutti dotati con mascherina anche se in diversi hanno "trasgredito" tenendola abbassata o attaccata al braccio ma sono stati subito rimessi in “riga” dopo essere stati redarguiti.



Sul fronte dei trasporti i bus sono arrivati “stranamente” vuoti rispetto agli anni scorsi dove i ragazzi erano stipati a dismisura tra posti a sedere e in piedi. Sicuramente hanno giovato gli orari distanziati e probabilmente anche qualche cambio di abitudine. In tanti, infatti, hanno inforcato biciclette e motorini e hanno raggiunto così la scuola. Le linee da Usmate, Cassago, Imbersago non hanno avuto problemi di “overbooking” e gli stessi autisti si sono detti soddisfatti del primo giorno. “Tutti i ragazzi avevano la mascherina, sono saliti ordinati e non ci sono stati problemi né contestazioni”.



Si è dunque partiti con il piede giusto. Dopo la settimana di rodaggio bisognerà vedere l'evolversi della situazione e comprendere se l'organizzazione che ogni scuola si è data, adattandola alle linee guida ministeriali, è in grado di reggere un intero anno.
Per ora non resta che augurare a tutti, studenti, docenti e famiglie: buona scuola!
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco