Scritto Sabato 30 maggio 2020 alle 15:48

Seregno-Carnate reintrodotto il bus sostitutivo

Vivono per davvero alla giornata i pendolari, o coloro che sono rimasti fedeli alla direttrice Seregno-Carnate, nella sua concezione su gomma, attiva da un anno e mezzo in sostituzione del servizio su ferro. L'ultima novità di segno positivo proveniente dallo sfortunato troncone brianzolo, ha visto Trenord concedere la reintroduzione del servizio bus, che avverrà dal 3 giugno, dopo che questo era stato tolto con l'insorgere dell'emergenza coronavirus.

La Stazione di Carnate

Una riattivazione che però non è arrivata subito rispetto all'avvio della Fase 2. La linea era tra le pochissime lombarde a non riapparire infatti tra quelle ripristinate da Trenord in concomitanza con l'arrivo della seconda fase. Ci è quindi voluto qualche giorno in più per ottenere il ripristino della navetta (che sosta a Macherio e Sovico, oltre ai due capolinea). Una notizia che comunque per i pendolari risulta essere una soluzione tampone, la quale di certo non può soddisfarli pienamente. Sono state in particolare concesse 7 corse al giorno per l'andata e altrettante per il ritorno nell'arco della giornata. Un ripristino che lo stesso Trenord ha definito parziale dal momento che il numero delle corse è ancora sotto misura rispetto al periodo pre emergenza. Ad ogni modo, i responsabili della tratta sono, consci che rimane complicato per chi necessita di questa linea per raggiungere poli nevralgici quali Milano e Lecco, fare affidamento su un servizio con così poche certezze.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco