Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.041.893
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 10/06/2019

Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 21 µg/mc
Scritto Sabato 08 giugno 2019 alle 12:02

Merate: assemblea di istituto non concessa agli studenti del Liceo Agnesi. ''Era il nostro ultimo giorno qui, siamo delusi''

Amareggiati e delusi, perché il loro ultimo giorno di scuola, prima della maturità, avrebbero voluto trascorrerlo dentro la scuola e non fuori. Del resto, è così che si fa da tanto tempo al Liceo Agnesi. La Giornata dell'Arte è ormai una ricorrenza che affonda le sue radici a parecchi anni addietro e sancisce il termine delle lezioni con l'arrivo delle vacanze estive.

Motivi di sicurezza, però, hanno fatto saltare tutto. Nella mattinata di venerdì 7 giugno, nonostante i rappresentanti di istituto avessero già organizzato tutto, è girata tra le classi una circolare (che è possibile leggere a questo link), a firma del dirigente scolastico dr. Antonio Cassonello, in cui si avvisava che l'assemblea di istituto non sarebbe più stata concessa e di conseguenza la Giornata dell'Arte non si poteva più organizzare. Alcuni studenti, soprattutto di quinta, sabato mattina hanno comunque voluto presentarsi davanti ai cancelli del Liceo di via dei Lodovichi, trovando però le porte della scuola chiuse.

''Ci siamo rimasti molto male'' ha commentato uno di loro ''Per molti sarebbe stato l'ultimo giorno in questo Liceo, prima degli esami di maturità, e non pensavamo di doverlo trascorrere fuori. Il preside ci ha sostanzialmente negato l'assemblea, la terza che non abbiamo potuto fare quest'anno. Il motivo è la sicurezza. Gli anni passati succedeva infatti che molti alunni del Viganò, che terminavano le lezioni alle 11, venivano alla nostra festa che generalmente si chiudeva a mezzogiorno. Non è mai successo nulla, comunque''.

VIDEO

Inizialmente, ha proseguito lo studente, si era pensato di far terminare l'assemblea di istituto del Liceo alle 10, ma il tempo a disposizione non sarebbe stato comunque sufficiente viste le tante iniziative già pronte per essere attuate. ''Non avevamo ospiti esterni, ma avevamo già organizzato tornei sportivi, mostre e laboratori'' ha proseguito. ''Chiudere tutto alle 10 per anticipare il Viganò non avrebbe avuto senso. Ci dispiace e ringraziamo i professori che, portandoci gli strumenti musicali fuori dai cancelli, quantomeno ci hanno permesso di stare qui davanti''.

La mattinata si è perciò risolta con gli studenti, una cinquantina in tutto, che hanno assistito al concerto dei loro compagni che hanno frequentato, nelle ore extra scolastiche, il corso di musica. Qualcuno ha portato dei maxi pacchetti di patatine e qualcun altro delle bibite. ''Credo che qualcosa fosse andato storto l'anno scorso, al Viganò'' ha ricordato uno dei professori che hanno dato sostegno agli studenti di quinta sabato mattina ''Mi pare ci fossero stati dei danneggiamenti alle aule, perciò quest'anno hanno fatto solo l'appello e poi hanno lasciato aperto il primo piano e il cortile. E' chiaro che mille studenti del Viganò non ci stanno con 1.300 dell'Agnesi, al Liceo. Però mi sembra che ci sia stato un eccesso di prudenza. Tutto si poteva risolvere concordando meglio il da farsi tra le due dirigenze''.

Articoli correlati:

A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco